Un Gran Galà di classe tra fraternità e cultura di vita

0
876

Anche l’Assessore Regionale Lagalla tra gli amici del Parlamento della Legalità Internazionale

Monreale (PA) – Un Gran Galà di classe tra fraternità e cultura di vita. Anche l’Assessore Regionale Lagalla tra gli amici del Parlamento della Legalità Internazionale. «Nella splendida e magica cornice del ristorante “Il Giardino degli Aranci” a Monreale, il Parlamento della Legalità Internazionale ha chiamato a raduno tutti gli amici, i simpatizzanti del movimento per vivere l’annuale appuntamento del “Gran Galà della Cultura e della Solidarietà”. A dare il benvenuto Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco rispettivamente presidente e vice presidente che hanno voluto chiudere una serrata attività culturale del S. Natale proprio con una cena che richiama l’atmosfera della gioia, della fratellanza e della semplicità. Tanti docenti, esponenti del mondo imprenditoriale, dell’assessorato alla sanità, uomini delle forze dell’ordine, giovani e “amici” che da anni seguono i progetti culturali che il Parlamento della Legalità Internazionale propone in tutta Italia e non solo, visto che sono arrivate richieste di insediare “ambasciate” anche a Città del Messico, in Kosovo e persino in Costa d’Avorio. A dare una nota musicale semplicemente incisiva la piccola Greta Cacciolo, vincitrice dello Zecchino d’Oro nel 2015 con la sua fortunata canzone “Prendi un’emozione”. A cena, proprio in un clima di amicizia anche Paolo Picchio, papà di Carolina la quattordicenne che vittima di messaggi che sfiorano bullismo e cattiveria pura si è tolta la vita lanciandosi dalla finestra della sua stanzetta. Papà Paolo ha portato la foto della figlia mentre negli occhi di tutti i presenti si nascondeva tanta emozione e tanta certezza “dobbiamo fare in modo che nessuno muoia per cattiveria gratuita”. Applaudito l’arrivo dell’Assessore Regionale alla Pubblica Istruzione e Formazione della Regione Siciliana Roberto Lagalla amico del Parlamento della Legalità Internazionale il quale ha salutato tutti i presenti con espressione di stima, ammirazione per quanto fa il movimento a favore di una cultura della vita specie nel mondo scuola. “A tutti voi va il nostro grazie di cuore – ha detto Salvatore Sardisco dando il benvenuto alla serata – per aver accolto l’invito a condividere un momento di fraternità e di amicizia pura vivendo tutto all’insegna della condivisione per essere testimoni di speranza e di riscatto in questa nostra società che non sempre unisce chi crede che bisogna condividere i sogni e le aspettative dei giovani”. Significativo il momento nel quale il ristorante “Il Giardino degli Aranci” viene nominato “Ambasciata del Gusto”. Una scelta azzeccata poiché questo bellissimo luogo che sorge in una terrazza mozzafiato tra alberi di arance e mandarini, da tempo accoglie studenti e giovani che condividono il cammino culturale del parlamento della legalità proponendo ottimi “gusti” siciliani dove qualità e servizio sono al top. “Vi abbracciamo uno ad uno – ha concluso Nicolò Mannino – uno di quelli che portano in sé un grazie di cuore. Siete voi la nostra forza, la certezza del nostro presente e futuro, insieme possiamo tanto, proprio perché alla base del nostro agire vi è semplicità, cuore, trasparenza e amore alla vita”. A chiusura di serata a tutti i presenti è stato omaggiato il calendario del Parlamento della Legalità Internazionale 2019 curato dall’editore Carlo Guidotti e realizzato presso la professionale tipografia “Abbate” di Terrasini, accreditata al Parlamento della Legalità Internazionale».

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo