Inaugurato primo CCR, Centro comunale di raccolta di rifiuti differenziati riciclabili

0
280

Il Sindaco Leoluca Orlando ha tenuto una conferenza stampa sulla situazione di emergenza raccolta dei rifiuti in città

Palermo – Prima dell’incontro con i giornalisti, il sindaco aveva partecipato,
con il vicesindaco ed Assessore all’Ambiente Sergio Marino e con
l’Amministratore Unico Giuseppe Norata, ad una riunione con i
dirigenti della RAP, presso la sede dell’Azienda.

“L’inaugurazione del CCR è la conferma di una azienda che vuole andare
avanti e migliorare i propri servizi. Tutti gli otto centri sorgeranno
in aree comunali, possibilmente in aree confiscate alla mafia come è
questa, a conferma del fatto che costruire servizi efficienti di
raccolta e gestione dei rifiuti è un modo per contrastare interessi e
metodi mafiosi e criminali.”

Rispondendo alle domande dei giornalisti, il Sindaco ha chiarito che
per il recupero dell’arretrato “saranno necessari alcuni giorni,
probabilmente 12-15, e anche per questo la RAP si farà aiutare da
tutte le altre aziende” con la disponibilità di mezzi quali pale
meccaniche e camion.
Orlando ha fatto presente che un’attenzione particolare sarà dedicata
al quartiere di Bonagia, che risulta quello dove l’evasione della TARI
è minore “perché certamente i cittadini hanno diritti di lamentarsi se
la raccolta non funziona, ma hanno più ragione coloro che pagano
rispetto a quelli, per esempio nel quartiere Libertà, che
statisticamente evadono maggiormente il pagamento della tassa.”

Oggi la RAP – ha detto Orlando – anche grazie all’approvazione del
bilancio consolidato del Comune è un’azienda che non ha più motivo di
temere rischi finanziari; basti pensare che quest’anno l’azienda ha
già ricevuto circa 150 milioni di euro dal Comune a fronte di un
contratto che è inferiore ai 130 milioni. Stiamo già recuperando
infatti i debiti pregressi.”

Incontrando i dirigenti della RAP, il Sindaco ha affermato
che “è ora di assumersi le proprie responsabilità. I dirigenti che
portarono al fallimento dell’AMIA, quel fallimento su cui non si
indagò adeguatamente perché il Sindaco Cammarata non denunciò quel che
andava denunciato, devono avere chiaro che nessuna disorganizzazione
sarà più tollerata, nessun comportamento omissivo sarà più tollerato
anche perché i contratti dei dirigenti possono essere rescissi in ogni
momento.
Se qualcuno – ha concluso il Sindaco – ha qualche amico cui farebbe
piacere la privatizzazione del servizio, dovrà farsi una ragione del
fatto che fin quando sarò sindaco il servizio è e resterà pubblico.”

Per quanto riguarda il CCR, lo stesso è ubicato in viale dei Picciotti
84, in un terreno di circa 1.500 mq confiscato alla mafia che è stato
opportunamente attrezzato negli ultimi mesi.
Il Centro è aperto tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 7 alle 17
con un presidio permanente del personale RAP.
Presso il centro è possibile conferire ogni tipologia di rifiuto
riciclabile di produzione non commerciale, ovvero:
– rifiuti ingombranti
– imballaggi di legno
– imballaggi di plastica
– imballaggi di carta e cartone
– imballaggi di vetro
– frigoriferi dismessi
– altri elettrodomestici “bianchi” (lavatrici, scaldabagni, lavastoviglie, ecc)
– rifiuti elettronici (monitor, computer, stampanti, televisori, ecc)
– rifiuti organici compostabili
– pneumatici
– abbigliamento
– imballaggi in metallo
– tubi fluorescenti (neon)
– lampade a incandescenza e a led
– batterie ed accumulatori
– olii e grassi alimentari
– toner per stampanti
– rifiuti provenienti da demolizioni e costruzione
– medicinali

Presso il Centro di raccolta sarà attivata nelle prossime settimane
una pesa che, grazie alla collaborazione con la SISPI e con il settore
tributi permetterà di accedere alle agevolazioni previste dal
regolamento TARI (riduzione del 30% della tariffa per chi conferisce i
rifiuti presso l’isola ecologica). In attesa che il sistema sia
operativo, già da ora, a coloro che conferiranno i rifiuti saranno
dati in cambio dei biglietti per l’utilizzo dei mezzi pubblici
dell’AMAT.