Corona di Alloro al monumento “del Pane”

0
572

 

Messina – Da centodieci anni il 28 dicembre  per i messinesi è il giorno della triste memoria del terremoto del 1908, che ha distrutto la città in maniera trasversale non risparmiando alcun ceto sociale, con un numero mai definitivamente ben calcolato di vittime.

In quel contesto il Corpo Militare del Sovrano Militare Ordine di Malta da poco tempo costituito, ed ancora oggi Corpo Ausiliario dell’Esercito Italiano, ha operato in diversi modi e con tutte le forze del tempo sia con il treno Ospedale, che facendo la spola tra Cannitello in Calabria con Napoli e Roma ha evacuato per quanto possibile i feriti, sia in loco con la cosiddetta Baracca Ospedale che venne montata in Via Santa Cecilia bassa all’incirca ove oggi vi sono gli Uffici ENEL.

Per aiutare i sopravvissuti si realizzò un forno per il pane posizionato alla Cortina del Porto circa all’angolo con Viale San Martino, dove la Delegazione di Messina del Sovrano Militare Ordine di Malta, 10 anni or sono, nella ricorrenza del Centenario del Terremoto ha inaugurato un monumento su cui spicca una grande Croce Ottagona di marmo bianco su fondo rosso che ricorda l’attività del forno che continuò per mesi cercando di venire incontro al primo dei bisogni dei sopravvissuti, appunto il “pane”.

Non a caso la Federazione Provinciale del Nastro Azzurro, fedele custode delle Memorie, ha scelto di commemorare l’avvenimento di concerto con la Delegazione di Messina SMOM, con la deposizione di una Corona di Alloro presso il monumento “del Pane” nella ricorrenza del 28 dicembre. L’evento è stato sancito da una sobria Cerimonia che ha visto prendere la parola il prof. Biagio Ricciardi Vice Presidente della Federazione, il quale ha ricordato tra l’altro gli studenti dell’Ateneo Peloritano che “partirono pronti per non tornare mai più” e che  pur sopravvissuti al dramma tellurico offersero la vita alla Patria pochi anni dopo, e il conte Carlo Marullo di Condojanni Delegato Gran Priorale dell’Ordine di Messina, che ha ringraziato la Federazione per l’iniziativa auspicando che diventi un appuntamento fisso negli anni a venire.

La Benedizione della Corona da parte di don Andrea Di Paola Cappellano Militare della Base Navale di Messina e Cappellano Magistrale dell’Ordine di Malta, ha avviato la Cerimonia verso la conclusione, realmente conclusasi con il posizionamento della Corona ai piedi del monumento a cura del Presidente della Federazione magg. Vincenzo Randazzo e del Conte Marullo, e con la tradizionale foto di Gruppo che ha visto riuniti i presenti.