Pagamento dei servizi sociali a soggetti terzi. Sbloccati i mandati dell’ultimo trimestre del 2018

0
121

 

3,5 milioni per cooperative ed enti del terzo settore

Palermo – L’arrivo venerdì scorso nelle casse del Comune dei 25 milioni che lo Stato doveva versare da alcuni mesi per stipendi del personale ha permesso di sbloccare alla fine della scorsa settimana decine di mandati di pagamento che erano fermi per la mancanza di disponibilità di cassa.
Si procederà quindi al saldo, fra gli altri, di pagamenti di circa 3,5 milioni di mandati per la spesa sociale, in favore di enti privati che svolgono servizi in convenzione.
Si tratta in particolare di cooperative ed enti del terzo settore che gestiscono comunità e servizi di assistenza.

“Con questi pagamenti – afferma l’Assessore Mattina – nel 2018 raggiungiamo la quota di circa 14 milioni di euro materialmente erogati agli enti privati; con un incremento di oltre il 15% rispetto agli anni scorsi.
Evidentemente la task-force creata per lo smaltimento dell’arretrato sta dando risultati concreti.”

A metà ottobre infatti, un gruppo di 10 funzionari amministrativi era stato trasferito con disposizione del Sindaco da diversi uffici dell’Assessorato alla cittadinanza sociale per supportarne l’attività.

“Comprendiamo perfettamente – afferma Mattina – le difficoltà attraversate da enti e operatori sociali, che spesso arrivano ai limiti della sostenibilità, e per questo stiamo progressivamente cercando di migliorare il sistema che si scontra con una burocrazia e norme di verifica e controllo certamente non adatte al settore degli interventi sociali.”

Per il Sindaco “i ritardi nei trasferimenti statali hanno creato a cascata dei problemi per l’amministrazione comunale, ma con grande tempestività e anche disponibilità da parte di tutti i funzionari coinvolti, si sta provvedendo a trasmettere alla tesoreria i pagamenti, perché il 2019 possa cominciare con qualche preoccupazione in meno per i tanti operatori e lavoratori che negli enti del terzo settore svolgono servizi essenziali per la comunità.”