Sea Watch..diciamola tutta

0
334

 

Catania – Pagine intere ed ore di trasmissione radiotelevisive sulla Sea Watch (e sorelle varie) “sempre in mare e l’Europa fa finta di niente”…..”il nodo migranti sempre tenuto vivo”  malgrado sia enormemente diminuito nel Mediterraneo grazie alla ferma posizione del governo italiano (leggi Salvini). 

Che poi a rinfocolare la questione siano pervicacemente le Ong (con relativo codazzo politico e supporto mediatico delle truppe cammellate fornite da Bergoglio e vescovi vari) non trova spiegazione alcuna se non quella degli “interessi nascosti”,non solo economici ma pure di carattere ideologico e sociale. 

Non volendo e potendo impelagarmi con il “piano Kalergi” (messo nero su bianco fin dagli ’20 del secolo scorso) con cui si auspicava il meticciato per l’Europa (allora) fortemente identitaria nelle singole nazioni costituenti..ma neppure con le magagne in tal senso attribuite a Soros e soci,mi limito ad evidenziare  esclusivamente quanto segue : ancora una volta queste navi  hanno ignorato la guardia costiera libica sia nelle operazioni di “salvataggio” in mare sia rifiutando di consegnare i “naufraghi” ai libici trovandosi in acque Sar (zone di soccorso in mare) di esclusiva competenza del governo di Tripoli. 

Le Ong hanno stabilito,con decisione univoca,che i porti libici “non sono sicuri” e che i “naufraghi” vadano sbarcati altrove. Preferibilmente,visto il can can mediatico contro la “insensibilità” di Salvini e del governo italiano,nei nostri porti..come accadeva “prima” con i  buonissimi Renzi e Gentiloni.

Citano,a conforto,i rapporti delle varie strutture “umanitarie” (UNHCR in testa) che definiscono “orribili e pericolose” carceri e centri di detenzione libici. 

Eh,no..non si può barare al gioco !!          

È l’Onu che,avallando la spedizione occidentale voluta da Obama e guidata da Sarkozy,ha attaccato la Libia,assassinato di fatto Gheddafi,disgregato uno stato e facendo riprendere il flusso migratorio con destinazione Europa,via Italia…

Sono sempre le Nazioni Unite (con in testa gli occidentali) che hanno imposto il governo Sarraj e lo hanno pienamente legittimato di fronte al mondo intero come unico rappresentante del popolo libico. 

È l’ Unione Europea che ha sancito la “democratizzazione” di Tripoli, stanziando centinaia di milioni di euro per la “ricostruzione” (di quello che aveva lei stesso contribuito a distruggere tramite Nato) .. 

E,dulcis in fundo, è sempre Bruxelles che ha pagato le spese per il riarmo e la riorganizzazione della famigerata Guardia costiera libica !!

Affidandone il compito proprio alla Marina militare italiana..lo sanno e lo ricordano quanti vogliano leggere obiettivamente queste mie righe ?

Di certo ne sono pienamente a conoscenza quei miserabili politicanti che speculano indegnamente sulla pelle dei migranti tuonando contro “la barbara crudeltà del governo italiano (di fatto Salvini)”… come pure lo stesso Bergoglio,lanciando i soliti pietosi appelli “ai governanti che decidono” omette di dire che le Ong,non aiutando e non consegnando i “naufraghi” (che tali spesso non sono perché trasbordano da una imbarcazione all’altra in base ad accordi con gli scafisti) alla guardia costiera libica,agiscono in totale disprezzo di quel diritto internazionale che lo stesso Vaticano approva tramite le decisioni delle Nazioni Unite. 

Tant’è che “tutti” i governi ueisti hanno ribadito pubblicamente che “la guardia costiera libica è pienamente legittimata ad operare in acque Sar di propria competenza ed i naufraghi salvati in mare devono essere sbarcati nei porti libici” !! 

Non ci sono se e ma..il resto è solo una manfrina politica e mediatica propedeutica alla difesa di interessi economici e politici più o meno occulti,prossime elezioni politiche europee comprese !!

Peraltro,paradossalmente,l’unica voce a dichiarare la verità è quella del portavoce di Tripoli: “la Libia non prenderà alcun migrante illegale che non sia stato salvato dalla Guardia costiera libica.. perché la migrazione illegale non è accettabile né in Libia né in Europa.. nonostante i tentativi delle Ong (e della Chiesa) di promuoverla con operazioni propagandistiche” !!

Ringrazio anticipatamente le testate che vorranno pubblicare questa mia riflessione “politicamente scorrettissima”,non mi illudo possano essere numerose visti i tempi..

Ai gentili e pazienti lettori,lancio solo un invito: quanto ho sottolineato sopra è solo una opinione oppure si tratta di verità “nascosta” pure essendo di solare evidenza ?? 

Vincenzo Mannello