Nicola Arduino:”Sindaco Orlando, chiediamo maggiore attenzione per le periferie”

0
345

Un peso ed una misura! Ovvero, la fornitura di buoni servizi non si misura dalla distanza dal centro città ma dalla credibilità di essere dei buoni amministratori

Nicola Arduino

 

Palermo – Una comunità di persone, di molte persone, è costituita da un centro che, di solito riceve maggiori attenzioni in termini di servizi perchè accoglie maggiori residenti. Poi ci sono le cosidette periferie, che come dice la parola stessa sono lontane dal centro sia in termini lessicali sia in termini fisici. Per raggiungere le periferie impieghi più tempo; la causa?O non sono collegate adeguatamente dai mezzi pubblici o questi impiegano tempi maggiori per collegarle al centro città. In ognuno dei due casi le periferie fanno parte integrante di ogni città perchè chi vi abita paga le stesse tasse, vota e contribuisce ad eleggere rappresentanti che con il tempo dimenticano gli impegni presi. La valorizzazione di tutti coloro che abitano lontano dal centro.

Allora cosa fare per riporre al “centro” dell’attenzione amministrativa le periferie? E’ un problema che da tempo vede coinvolto Nicola Arduino che insieme ad altre persone di altre periferie cerca di porre all’attenzione della Giunta Orlando. “Non devo venire penalizzato se abito lontano dal centro – ci ha dichiarato Arduino – perchè io, come coloro che abitano in centro città, pago le stesse tasse e forse più di loro perchè in periferia tutto viene amplificato, compresi i costi dei servizi. Anche la nostra voce – prosegue il Coordinatore azzurro alla Quarta Circoscrizione – viene amplificata, nel senso che dobbiamo urlare per richiamare l’attenzione della Giunta che ci amministra ma che non ci concede gli stessi servizi del resto città. Allora è venuto il tempo – continua Arduino – di dare voce alle periferie tutelandone gli interessi sperando che essendo in tanti riusciremo ad ottenere qualche risultato.

Da tempo il territorio della IV circoscrizione, con questa amministrazione comunale a guida Orlando – dice Arduino – ha subìto una serie di disservizi, i residenti dei quartieri periferici vengono mortificati e trattati sempre di più come cittadini che devono stare solo ai margini della città. E tempo, dato il silenzio di molti che hanno lasciato indisturbato il sindaco Orlando, di far ricordare che esiste una popolazione che non può attendere, che non deve più aspettare anni un diritto dovuto e fatto passare poi come un favore personale. Forza Italia deve saper ridare slancio alla IV circoscrizione, deve saper ascoltare e dare seguito a quelle lamentele legittime  che provengono dai residenti, e a quelle sofferenze in cui certi quartieri sono caduti. Le periferie non possono solo essere considerate quartieri dormitorio, ma hanno il diritto come tutti gli altri di avere servizi adeguati.

E’ mia intenzione aggregare tutti coloro  che vogliono ridare credibilità alla politica, quella fatta d’impegno civile e sacrificio per la tutta la collettività. Palermo deve prepararsi per il dopo Orlando, che ha dato valore solo al centro storico, bisogna ridare alla gente la voglia di stare in questa città, e l’orgoglio di sentirsi palermitani.

Ida Cangemi