“Giorno della memoria”

0
271

 

Catania – In occasione della ricorrenza della commemorazione del Giorno della Memoria, si è svolta, presso il Palazzo di Governo, la cerimonia di consegna delle “Medaglie d’Onore”.

Nel corso della manifestazione, il Prefetto Claudio Sammartino, alla presenza delle autorità civili e militari della provincia, ha consegnato le Medaglie concesse agli ex deportati nei campi di prigionia nazisti durante il secondo conflitto mondiale: i catanesi Giuseppe Signorelli ed Emilio Tringale, ambedue militari ed internati negli anni 1943 – 1945 (Signorelli nei campi di Gorliz, Halle e Reckwitz e Tringale in quelli di Lukenwalde e Tegel) ormai deceduti.

Le “Medaglie d’Onore” sono onorificenze altamente significative e vengono concesse con decreto del Presidente della Repubblica ai sensi della Legge 27 dicembre 2006, n.296, ai cittadini italiani, militari e civili, deportati e internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra nell’ultimo conflitto mondiale.

La consegna della Medaglia alla figlia dell’ex deportato Emilio Tringale, autore di un diario che racconta il triste periodo di prigionia, ha aggiunto un particolare significato alla celebrazione, grazie anche alla lettura di una toccante pagina del documento, che ha reso più partecipi gli ospiti intervenuti per il valore della testimonianza narrata.

Nel suo intervento il Prefetto ha ricordato la tragedia dei campi di sterminio nonché la persecuzione dei cittadini ebrei che hanno subito la deportazione, la prigionia e la morte nonché coloro che, anche in ambiti e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio e, a rischio della propria vita, hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Ha partecipato all’evento una rappresentanza di studenti: alcuni liceali dell’Istituto Galileo Galilei, impegnati presso la Prefettura in un percorso di alternanza scuola-lavoro, a nome dei quali un’allieva ha esposto un breve scritto sull’Olocausto, nonchè la studentessa universitaria vincitrice il premio annuale bandito dall’Ente Regionale per il diritto allo studio universitario di Catania, nell’ambito del “Giorno della Memoria”.

Il Prefetto ha infine evidenziato che quest’anno è stato dato particolare rilievo alle “Donne nella Shoah” e alla condizione femminile all’interno dei campi di sterminio, come ha sottolineato il Presidente della Repubblica nel suo discorso pronunciato durante la cerimonia che si è svolta al Quirinale e di cui, il Prefetto, ha dato lettura dei passi più significativi.