Catania e S.Agata: no all’ennesima trasfigurazione illegittima del giardino Bellini a fiera commerciale

0
494

 

Il giardino è riconosciuto monumento vivente e bene culturale!

Catania – Il Giardino Bellini non è un ente fieristico, né uno stadio, né una piazza asfaltata o cementificata, ma un monumento nazionale in quanto riconosciuto bene culturale dalla Regione con decreto regionale di vincolo monumentale n. 1066 del 2015 nel rispetto del Codice nazionale dei Beni Culturali e dell’art. 9 della Costituzione.

Dunque Free Green Sicilia – SOS Beni Culturali – afferma Alfio Lisi portavoce dell’associazione – dice con accorata enfasi un deciso No all’ennesima proposta di trasfigurazione del Giardino Bellini ovvero ad una fiera commerciale all’interno dello stesso, dopo anni di scelte responsabili, in occasione delle celebrazione religiose agatine, che peraltro fa a pugni con una festività religiosa e cristiana.

Con l’insensata e irresponsabile proposta da parte oggi del Comune, che da anni consapevolmente non si proponeva più, speriamo senza l’ennesima ‘ complicità’ istituzionale della Sovrintendenza ai beni culturali di Catania se non fosse così chiederemo le dimissioni del Sovrintendente, di utilizzare il monumentale Giardino Bellini ad uso di una fiera commerciale, si vuole dimenticare che il settecentesco Giardino Bellini è stato per decenni più volte deturpato e trasfigurato proprio da iniziative incompatibili e deleterie per la sopravvivenza di tale bene culturale vero e proprio monumento vivente riconosciuto come tale e per la sua intrinseca e storica bellezza architettonica e botanica.

Eppure sono trascorsi solo pochi anni dai lavori di riqualificazione per recuperare in parte lo sfregio che ha dovuto subire il Giardino Bellini ( le sue fondamenta strutturali sono legate tutt’ora alla settecentesca villa ‘Labirinto’ del Principe Bi scari Paternò Castello) costato al cittadino contribuente quasi venti milioni di euro (la somma complessiva si sconosce anche in quanto i Sindaci che si sono susseguiti non hanno dato, anche se richiesta, una pubblica risposta!).

Sicuramente l’Amministrazione comunale dimentica che Catania è stata dichiarata per il suo centro storico settecentesco Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO e, forse, sconosce anche che il Giardino Bellini non è né una piazza, né un centro fieristico, né tanto meno uno stadio, come vorrebbe si vorrebbe di fatto trasformare, ma ‘semplicemente’ un bene culturale e paesaggistico dichiarato quando il suo splendore era al massimo;

Nell’’800 e nei primi decenni del ‘900, essendo uno dei Giardini più belli d’Europa e oggi irriconoscibile grazie al continuo utilizzo improprio e depauperante per fiere e feste di partito.

Ph copertina:il giardino come era, con il chiosco cinese

Collina nord Giardino Bellini vista oggi e senza il Chiosco cinese
Giardino Bellini, Collina sud della Musica
Collina sud usata come cloaca
Il degrado oggi