S.Agata:citta’ e istituzioni hanno perso. fanatismo pseudo religioso ha vinto o meglio abbiamo perso tutti cattolici e laici!

0
350
Cattedrale,scultura realizzata sul posto
In Cattedrale si ospitano famiglie senza casa

 

Alle autorita’ laiche e religiose: ma chi ha autorizzato l’uscita del fercolo e delle candelore quando si conoscevano le previsoni meteorologiche?

Catania – Da anni chiediamo inascoltati alle Istituzioni laiche e religiose e alla città che le celebrazioni in onore della patrona cristiana S. Agata siano riportate in ogni loro aspetto nel loro naturale alveo cioè nella tradizione prettamente religiosa.

E’ da anni che, immersi in un silenzio ipocrita e assordante, – afferma Alfio Lisi portavoce di Free Green Sicilia – chiediamo ai Sindaci pro-tempore e all’Arcivescovo che non un solo euro sia sacrificato per futili e pagani fuochi d’artificio anche e soprattutto in nome di tutte quelle famiglie non abbienti e di tutti quei cittadini che sono costretti loro malgrado a dormire sotto i portici e in ruderi abbandonati ma la risposta delle istituzioni è un’ordinanza poco ‘cristiana’ che vieta il bivacco nel centro storico proprio a queste persone perché considerato indecoroso quando di indecoroso vi è solo la loro disumana condizione.

Da anni chiediamo a tutte le autorità che si faccia rispettare la legalità e la stessa reiterata ordinanza sindacale durante tale festività religiosa, quando l’illegalità diffusa invece ha preso da decenni il sopravvento mettendo peraltro a grave rischio l’incolumità pubblica (vedi le centinaia di bombole presenti in ogni piazza, i bracieri degli arrusti e mangia e i torcioni con fiamme industriali) ma inutilmente lasciando libero arbitrio ad ogni tipo di attività fuori ogni regola civile.

Adesso ci chiediamo e chiediamo alle stesse Autorità tutte: chi ha autorizzato l’uscita del fercolo e delle candelore quando si conoscevano le previsioni meteorologiche e l’allerta conseguente, quando invece avrebbero dovuto con dignitoso coraggio sospendere la processione anche a rischio di essere criticati dai soliti fanatici che con la religione cristiana non hanno nulla da spartire ma che di fatto si sono ‘impadroniti’ della festività?

Ancora una volta la città e le Istituzioni hanno perso e il fanatismo pseudo-religioso ha vinto! Ma di fatto abbiamo perso tutti!