Sit-in dei dipendenti del Comune oggi alle 15,30 per la verifica del Mef

0
99
Il Municipio di Palermo in una Ph di Paolo Arduino

 

Fp-Cgil, Csa Ral e Uil Fpl: “No a soluzioni tecniche che danneggiano i lavoratori. Non si può tornare indietro su posizioni già consolidate”

Palermo – Sit-in dei dipendenti del Comune oggi dalle 15,30 in poi a piazza Pretoria, in coincidenza con la seduta del consiglio comunale appositamente convocata per discutere della verifica contabile svolta dal ministero dell’Economia e delle Finanze al Comune di Palermo. Secondo Fp Cgil, Csa Ral e Uil Fpl, che hanno indetto il presidio, “la verifica del Mef rischia di generare danni irreversibili, sia sui servizi resi ai cittadini ma soprattutto sul futuro di tutti i dipendenti comunali”.
“A distanza di dieci anni, non si possono rimettere in discussione situazioni consolidate, col diniego di diritti costituzionali quale il lavoro. Non volendo commentare le scelte tecniche del ragioniere generale dello Stato, sottolineiamo la assoluta mancanza di sensibilità dei tecnici della Ragioneria generale verso la città di Palermo – dichiarano Lillo Sanfratello, Fp Cgil, Nicola Scaglione, Csa Ral, Salvatore Sampino e Ilio Martinez per Uil Fpl, assieme ai gruppi Rsu dei tre sindacati – Al di là dei numeri e del rispetto di alcuni parametri contabili, la questione attiene alla vita concreta e reale di uomini e donne che hanno fondato la loro esistenza nella società su un lavoro (anche precario) che ha garantito fino a oggi i servizi alla città, oltre alla tenuta sociale della comunità palermitana”. “La situazione è grave e i risvolti che si intravedono preoccupanti – aggiungono le sigle della funzione pubblica – Noi lavoratori siamo pronti a difendere i nostri diritti anche in piazza o altrove, se necessario. Non possiamo tornare indietro, non si possono accettare soluzioni tecniche che danneggiano unicamente i lavoratori”.