Il Liceo “Pirandello” di Bivona Ambasciata del Parlamento della Legalità Internazionale

0
995

Mannino
Sardisco

Bivona (AG) – Il Liceo “Pirandello” di Bivona Ambasciata del Parlamento della Legalità Internazionale. «Una cerimonia solenne vissuta nell’Aula Magna della palestra del Liceo “L. Pirandello” con tanto di autorità in prima fila e presenza dell’Arma dei Carabinieri con i marescialli Pizzuto e Marino. In prima fila il sindaco Milko Cinà con il vice sindaco Salvatore Cutrò e l’assessore alle Risorse Agricole, Angelo Pino Cannella. Ma a dare il benvenuto ci ha pensato la dirigente scolastica Giovanna Bubello, che nel presentare i graditi ospiti, Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco (rispettivamente presidente e vice presidente del Parlamento della Legalità Internazionale) ha presentato il cammino culturale intrapreso nella scuola da lei guidata verso i valori della legalità e dell’amicizia che passa da un forte e deciso “no” a ogni forma di paradisi artificiali e cultura di morte. A proporre un messaggio forte di speranza e di riscatto il vice presidente Salvatore Sardisco che presentando il libroPeccatori sì, Corrotti mai” ha invitato i tanti studenti a “non mollare e buttare le loro forze e i loro sguardi in quelli di papà e mamma che sono i pilastri di un dialogo che forma e incoraggia a credere nella bellezza della vita”. Parole incisive e anch’esse applaudite quelle di Nicolò Mannino che ha “incantato” i presenti creando un clima di massimo ascolto e di emozione “non scontata”. “Ai carnefici di cosa loro – ha detto Nicolò Mannino, che nel dare vita al Parlamento della Legalità Internazionale ha voluto al suo fianco il giudice Antonino Caponnetto che di questo meraviglioso movimento ne è stato primo Presidente Onorario – noi rispondiamo con la cultura dell’impegno, la coerenza dell’azione e della legalità della ferialità. Noi abbiamo un grande debito con le tante vittime della violenza e lo dobbiamo pagare gioiosamente non dimenticando mai quanto hanno fatto per noi”. E cosi ecco il grande evento: l’insediamento dell’Ambasciata della Memoria. A firmare la pergamena con tanto di logo del Parlamento della Legalità Internazionale il sindaco Milko Cinà, la dirigente scolastica Giovanna Bubello, Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco. Parole semplici ma dal cuore quelle del primo cittadino che prossimamente sarà nominato “socio onorario del Parlamento della Legalità Internazionale”. “E’ stato un momento culturale di alto livello – ha detto il primo cittadino ringraziando per quanto fatto Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco – e insediare a Bivona, nella realtà scolastica questa singolare Ambasciata della Memoria, vuol dire unire le forze per allontanare ogni forma di violenza e tenere ai margini quelli di cosa loro”. La campanella suona, ma i tanti studenti si fermano per una foto di “famiglia” tutti uniti, tutti sorridenti, pronti ad andare a casa, nei vari Comuni dell’agrigentino e raccontare la bellezza di una mattinata anomala ricca di tanta cultura di bellezza e di vita dove non tutto si studia sui libri di scuola ma basta sfogliare le pagine del cuore dove tanti silenzi non sono mai stati d’oro.  A chiusura della giornata dell’Ambasciata della Memoria, Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco hanno chiesto ai presenti l’applauso più grande e sentito a Colei che nel logo del Movimento domina il tempio della Cultura “Maria stella del Mattino”, consacrando a Lei, la Madre di tutti gli Uomini e le Donne di buona volontà, ogni azione culturale del Parlamento della Legalità Internazionale, movimento di matrice cristiano/mariano. E cosi, un grande applauso congeda tutti nella gioia e nell’impegno per un presente di bellezza».

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo