Il Cara di Mineo? Chiariamo le idee al sindaco Mistretta

0
213

 

Mineo (Ct) – Apprezziamo l’iniziativa del Sindaco di Mineo che di certo aiuta a dare risalto alla questione del CARA di contrada Cucinella.

Ne comprendiamo l’imbarazzo, dato che egli del centro di accoglienza è stato uno dei maggiori oppositori e la sua attuale carica istituzionale gli impedisce di gioire del risultato raggiunto, visto che il destino proprio a lui ha affidato il compito di raccogliere le ceneri che lascia la chiusura della struttura di Mineo.

Non giustifichiamo la sua iniziativa solitaria (paladino di tutti i lavoratori del centro di accoglienza quando c’era da tutelare i suoi concittadini!) che lo spinge ad avviare un’interlocuzione istituzionale – debole –  senza il conforto e il consenso degli altri Sindaci del Calatino Sud-Simeto, analogamente interessati alla crisi occupazione e alla depressione economica alla quale ci consegna la chiusura della struttura di Mineo.

Infine, denunciamo la totale assenza di contenuti nell’iniziativa del Sindaco di Mineo che continua a rivolgersi al Governo nazionale solo per chiedere ciò che invece può e deve riconoscerci la Regione siciliana.

Lo sfidiamo ad andare dal Presidente della regione, on. Nello Musumeci (magari lo riceverà di persona, senza delegare un funzionario, visto che partecipava ai suoi comizi elettorali!) per chiedere a lui il riconoscimento della Z.E.S. (Zona Economica Speciale) già prevista da una legge dello Stato.

Ancora una volta si trova impreparata un’Amministrazione che al momento emerge solo per le “chiacchiere”!

I Consiglieri comunali

Giusy Infantino

Mariella Simili