In Consiglio comunale si discutono importanti delibere ma sono assenti il Presidente del Consiglio ed i consiglieri del suo gruppo “Liberi per il Cambiamento”

0
1087

 

Villabate (Pa) – Questa mattina si sono svolti i lavori del Consiglio Comunale di Villabate. All’ordine del giorno discusse ed approvate importanti delibere per la vita amministrativa del paese tra cui le linee direttive per il redigendo Piano Regolatore Generale, l’approvazione di alcuni debiti fuori bilancio utili a non aggravare di ulteriori spese l’ente e l’adeguamento dei compensi dei Revisori dei conti, organo di supporto al Consiglio Comunale.

Abbiamo appreso e constatato – a parlare sono Sindaco, Giunta e Consiglieri dei gruppi – con grande stupore, che il Presidente del Consiglio ha inviato una Pec, datata ore 21,54 di giovedi 21 febbraio nella quale comunicava che per “motivi istituzionali”, non meglio specificati, non avrebbe potuto presiedere i lavori del Consiglio Comunale.

Qualche ora dopo, abbiamo appreso dai social network, proprio durante la seduta di Consiglio Comunale, che il Presidente del Consiglio stava partecipando ad un incontro promosso dall’Anci, presso palazzo Montecitorio, nel quale il Governo incontra i Sindaci.

E’ opportuno far sapere alla cittadinanza tutta, che l’invito è pervenuto al Sindaco solo sulla sua posta personale e nessun invito formale di Anci è pervenuto all’Ente per partecipare al detto incontro, e tanto meno non risultano invitati i Presidenti dei Consigli Comunali se non delegati dal Sindaco a seguito di formale invito.

Da ciò si desume che l’assenza del Presidente del Consiglio per “motivi istituzionali”non è altro che un pretesto per disertare i lavori del Consiglio Comunale che presiede.

Altra singolare coincidenza da rilevare, è che anche tutto il suo gruppo politico, “Liberi per il Cambiamento”, composto dai Consiglieri Cilluffo Anna Maria, Elvi Tango e Alaimo Giuseppe risultava clamorosamente assente, malgrado quest’ultimo ricopra la carica di Presidente della Commissione Urbanistica e avrebbe dovuto relazionare sui lavori della commissione in merito alle “linee programmatiche” del redigendo PRG.”