Lo Curto (udc):”cinquestelle siciliani attaccano governo Musumeci e gestione Ars”

0
228

 

Per sviare su recenti sconfitte in regionali, italiani hanno compreso il bluff dei grillini e cominciano a punirili

Palermo – “I deputati pentastellati dell’Ars non hanno ancora
sedimentato la recente sconfitta registrata nelle regioni di Abruzzo e
Sardegna e pensano di non far parlare della loro debacle spostando il
tiro sui costi del parlamento regionale e su una serie di argomenti
che definire puerili è un eufemismo. Menano ancora il can per l’aia
parlando di sanzioni per le assenze dei deputati e producendosi in
attacchi strumentali al governo Musumeci ed al presidente dell’Ars
Miccichè sull’attività legislativa a loro dire poco fruttuosa. Ai
grillini, voglio ancora ribadire che la coalizione di Musumeci non ha
promesso la luna ai siciliani, ma poche e importanti riforme in grado
di rimettere in sesto la Sicilia trovata, poco più di un anno fa,
nelle macerie politiche e finanziarie. La smettano, dunque, i Cinque
stelle di puntare ancora il dito contro il governo e guardino ai loro
fallimenti, uno per tutti il tentativo naufragato di avvicinarsi a
Musumeci chiedendo un cambio di maggioranza al governatore. Tra le
prove per fare i saltimbanco e il familismo che contraddistingue
l’azione politica, i grillini stanno cominciando a conoscere la
parabola discendente della loro politica. Ormai i siciliani e gli
italiani hanno compreso il bluff di Di Maio & co, che una volta
gridavano onestà onestà, ed oggi negano alla magistratura di poter
processare un ministro. Emergono sempre più le contraddizioni che
dovrebbero bastare a far fare un’autocritica anche ai deputati
regionali dei Cinque stelle anziché attaccare il governo regionale che
sta facendo bene o il presidente dell’Ars Miccichè che guida il
parlamento in maniera impeccabile”. Lo afferma Eleonora Lo Curto,
capogruppo Udc all’Assemblea regionale siciliana.