Ai Vigili del Fuoco inascoltati, non resta che lo sciopero

0
307

Catania – Le richieste dei Vigili del Fuoco sono arole gridate al vento in una valle con un profondo eco. I politici sono sordi. Mezzi insufficienti, personale precario e condizioni non idonee per il Corpo italiano dei Vigli del Fuoco. Così l’USB massima espressione sindacale della categoria ha deciso che l’unica via è un ennesimo sciopero.

I sindacati dei Vigili del Fuoco per il 30 marzo hanno indetto uno sciopero,      nel tentativo di sensibilizzare anche l’opinione pubblica sulla grave situazione in cui versa il soccorso tecnico urgente con particolare riferimento alla dotazione organica. La chiusura dei servizi e la ormai improcrastinabile assunzione della componente precaria e di idonei concorsi pubblici, carenza di mezzi di servizio, formazione, uso improprio specialista nautico, completamento organico nucleo sommozzatori di Catania, a apertura distaccamento di Palagonia, risorse per ripristino condizioni decenti delle sedi di servizio.

Il rappresentante sindacale Carmelo Barbagallo ha dichiarato:

  “Siamo Stanchi Delle promesse, vista l’assenza Delle istituzioni che, dopo i fatti di Librino avevano promesso.. .” Faremo-vedremo e verremo-” cosa che non è mai stata fatta!”

L’unica risposta è, giorno 5 marzo in prefettura a Catania, ci sarà un incontro ufficiale con il prefetto.

Intanto, ieri altra giornata di duro lavoro, i vigili del fuoco Entei, sono stati impegnati in un incendio falegnameria ad Aci Sant’Antonio, diverso personale è impegnato in luogo, oltre ad un’altro incendio in un tetto a Zafferana etnea (Poggio felice) dove è intervenuta la squadra del distaccamento di Riposto……ed intanto in queste ore, un’altra mobilità straordinaria verso Palermo (

Una manifestazione della USB

Un mezzo dei Vigili del fuoco camion guasto viene trainato
Carmelo Barbagallo Usb regionale

che toglierà altro personale al comando etneo) che sicuramente, porterà al collasso Catania! Altrove, nel mondo i Vigili del Fuoco non sono trattati come in Italia.

Aurora Pennisi