Sit in del Sinalp in difesa degli Assistenti all’igiene personale degli alunni disabili

0
476

 

Diritto ad una assistenza professionale dei ragazzi disabili

Palermo – Il Sinalp Sicilia, assieme alla Uil Temp, ha organizzato un sit in davanti all’Assessorato Regionale alla famiglia ed il lavoro di via Trinacria con i lavoratori Assistenti all’Igiene personale dei ragazzi disabili nelle scuole per protestare contro l’assoluto silenzio della politica verso un comparto perno di una vera integrazione dei ragazzi disabili.

Solo dando dignità professionale a chi si occupa dei disabili si potrà ottenere la loro vera integrazione in questa società sempre più attenta alla massificazione delle persone lasciando indietro e dimenticando chi invece ha necessità di una maggiore attenzione.

Nell’occasione del sit in Andrea Monteleone ed il collega Rosario Tavolacci del Sinalp assieme ai rappresentanti della Uil Temp sono stati ricevuti dal Dirigente dell’Assessorato alla Famiglia che già in passato si era occupato del comparto, ed hanno esposto le preoccupazioni di una deriva disgregante del settore a totale danno dei lavoratori e dei disabili.

Il sistema normativo dell’accredito delle cooperative interessate ad operare nel settore che la Città Metropolitana di Palermo ha voluto adottare come teorico miglioramento del servizio, nei fatti è stato un enorme errore che sta causando notevoli difficoltà ai lavoratori e di conseguenza ai disabili.

Questo sistema ha scatenato gli operatori del settore all’accaparramento del disabile senza nessun controllo sulla loro qualità e professionalità.

Il sistema degli appalti ad oggi risulta il meno peggio ed è questo che viene chiesto dai lavoratori.

L’Appalto del servizio su base provinciale permette il rispetto di una graduatoria unica delle professionalità impegnate nel settore che ha alla sua base gli anni di servizio accumulati da tutti gli operatori oltre ai titoli acquisiti.

I sindacati chiedono al Governo Regionale di legiferare in merito vietando l’uso dell’accredito nel delicatissimo settore della disabilità giovanile.