Gravina tra i primi Comuni ad avere approvato il Bilancio all’unanimità

0
303
Massimiliano Giammusso sindaco Gravina di Catania

Il sindaco Giammusso:«Siamo tra i primi comuni ad aver definito il documento. Ringrazio tutti i consiglieri per il senso di responsabilità, un segnale importante per i cittadini che aspettano risposte»

Gravina Di Catania (CT) – Il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità il bilancio di previsione finanziaria per il triennio 2019-2021. Durante i lavori sono state illustrate le principali novità contenute nel documento che è stato approvato in largo anticipo rispetto alla scadenza del 31 marzo fissata dalla legge. «Desidero esprimere prima di tutto un ringraziamento a tutti i consiglieri comunali per il senso di responsabilità – ha dichiarato il sindaco Massimiliano Giammusso – un segnale importante soprattutto nei confronti dei nostri concittadini che aspettano risposte amministrative celeri ed efficaci. Siamo sicuramente tra i primi comuni della Regione ad aver approvato il bilancio di previsione e di questo bisogna dare atto e merito all’efficienza dell’intera struttura amministrativa comunale e in particolare del responsabile del IX servizio dottoressa Angelita Menza e del Collegio dei Revisori dei conti».

Tra le principali novità del documento votato dal consesso civico presieduto da Claudio Nicolosi ci sono scelte significative frutto della chiara volontà politica dell’amministrazione: «Abbiamo predisposto le somme per la esternalizzazione pluriennale dei servizi precedentemente forniti dall’Agt multiservizi, nostra partecipata recentemente posta in liquidazione. È stato dimezzato il fondo di riserva del sindaco – ha continuato il primo cittadino – liberando così delle somme che sono state allocate sui capitoli di bilancio a disposizione dei singoli servizi amministrativi, che avranno maggiore autonomia gestionale per migliorare e snellire le loro attività. É stato istituito il “fondo contenzioso” al fine di fronteggiare eventuali soccombenze in giudizio e garantire quindi l’equilibrio di bilancio. Sono state anche previste le somme per l’adesione a una piattaforma telematica che ci consentirà, in accordo con i Comuni di Mascalucia e Sant’Agata Li Battiati, di dismettere la Centrale Unica di Committenza.

Ciò rappresenta una misura che va verso lo snellimento delle gare d’appalto che potranno essere dunque gestite direttamente dal Comune. Questo vantaggio ottenuto dalla celere approvazione ci consente di far ripartire le procedure per la realizzazione delle opere pubbliche inserite nel piano triennale quali i nuovi loculi al cimitero, la ristrutturazione del teatro comunale e dell’immobile di via Crispi, fino a concludere l’iter per la realizzazione dell’isola ecologica. Sono state inoltre predisposte le somme per la stipula della convenzione con guardie ambientali e zoofile per migliorare il controllo del nostro territorio». Il Consiglio ha inoltre approvato le tariffe della tassa sui rifiuti 2019 (Tari) che non hanno subito aumenti rispetto al 2018.