Beni comunali occupati

0
222
Assessore Giuseppe Mattina

 

Sindaco e assessore Mattina emanano una direttiva

Palermo – L’Assessore alla Cittadinanza solidale, Giuseppe Mattina, ha partecipato ad un incontro con dirigenti e funzionari di diversi uffici coinvolti nella gestione del patrimonio, in particolare dei beni comunali occupati.

Sulla base delle informazioni assunte dai dirigenti e delle considerazioni scaturite dall’incontro, il Sindaco Leoluca Orlando e l’Assessore Mattina hanno oggi emanato una direttiva sui beni comunali occupati e con la quale si dispone di:

  • attivare tutte le misure necessarie alla tutela del patrimonio pubblico;

  • verificare lo stato dell’arte delle occupazioni abusive, in modo particolare quelle relative ai beni confiscati assegnati al Comune di Palermo;

  • verificare e riattivare gli iter amministrativi ed operativi per gli sgomberi, seguendo l’ordine cronologico di avvenuta conoscenza dell’occupazione e dell’emissione dei relativi provvedimento, nonché tenendo conto degli immobili già assegnati a famiglie in emergenza abitativa;

  • coordinare tutte le procedure tra i vari servizi dell’amministrazione e coordinarsi con gli altri Enti pubblici interessati: Agenzia Nazionale Beni Confiscati, Prefettura di Palermo, Forze dell’Ordine;

  •  individuare le risorse necessarie ad attivare ed eseguire gli sgomberi dei beni individuati;

  • promuovere e sostenere, dove possibile, i percorsi di regolarizzazione delle famiglie secondo quanto previsto dalla norma regionale;

  • individuare percorsi di coordinamento con lo IACP di Palermo;

  • individuare, dove possibile, con gli strumenti attivati con le misure del PON Metro, progetti di accompagnamento e presa in carico delle famiglie o delle persone sgombrate;

  • attivare percorsi di tutela delle persone fragili coinvolte negli sgomberi, così come anche indicato dalla Circolare del Ministero dell’Interno e dall’Autorità Garante per l’infanzia e l’Adolescenza.

Per il Sindaco “è necessario affermare che gli immobili comunali occupati devono tornare nella disponibilità dell’Amministrazione comunale e velocemente destinati alle loro finalità originarie. Ancor più necessario è nel momento in cui la Legislazione regionale ha permesso, a coloro che ne hanno i requisiti e vogliano farlo, di regolarizzare la propria posizione. Per questo abbiamo voluto dare indicare alla Dirigenza delle chiare priorità operative, affinché subito si avvii un percorso di ripristino di legalità e il patrimonio comunale possa essere interamente disponibile per far fronte a situazioni di necessità, prima fra tutte l’emergenza abitativa”.

Ph:L’assessore Giuseppe Mattina