Giovane militante di destra aggredito. Moscato (FI): “Gesto inaccettabile, non ci faremo intimidire”

0
286

 

Catania – Uno zigomo rotto e trenta giorni di prognosi. Questo è il drammatico bilancio della aggressione di un giovane militante di destra colpito stamattina, da oltre 30 estremisti dei centri sociali, davanti all’istituto De Felice di Catania.

Il ragazzo svolgeva un volantinaggio sulle prossime attività di “Assalto Studentesco”, sigla giovanile collegata allo “Spazio Libero Cervantes”, quando è stato aggredito da oltre trenta persone appartenenti a diverse sigle dell’estrema sinistra catanese e dei centri sociali.

Quanto accaduto oggi, ad un giovane studente catanese, è inaccettabile – afferma Dario Moscato, responsabile nazionale Organizzazione FI Giovani – finire all’ospedale, con 30 giorni di prognosi, è quantomeno surreale e ci riporta indietro nel tempo fino agli anni di piombo. Questo giovane militante, stava facendo un volantinaggio per la manifestazione che si svolgerà domattina in Piazza Roma a difesa del tricolore. Noi saremo presenti, rispondendo così con i fatti a provocazioni “simil mafiose” che non ci fanno indietreggiare di un metro davanti ai nostri obiettivi, i nostri valori ed i nostri sogni”.