Banca Etica, solidarietà a Chiara Natoli

0
228

 

Catania – Noi soci di Banca Etica della Sicilia Orientale apprendiamo con dispiacere dell’attentato mafioso contro Chiara Natoli, attivista di Libera a Palermo. La sua vettura è stata bruciata appena due giorni dopo le grandi manifestazioni per la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti di tutte le mafie. A Palermo, Catania ed altre città italiane oltre un milione di persone hanno marciato e riconfermato il loro impegno per la giustizia e contro le mafie. Chiara è stata una delle più attive organizzatrici della Giornata a Palermo. È evidente che con questo atto vigliacco si è voluto colpire non solo Chiara ma tutta la società civile che si impegna contro la mafia. Questi sono i metodi mafiosi. Questo accade ancora a chi si ribella alla mafia. Con il suo coraggio e la sua determinazione Chiara è un esempio per tutti noi. Il miglior modo di starle accanto è quello di continuare con sempre maggiore forza e convinzione nel nostro impegno per un mondo giusto e solidale.