Operaio Rap condannato per falsificazione foglio di servizio era stato licenziato nel 2014

0
95

 

Palermo – In merito alle notizie diffuse da diversi organi di stampa su un operaio Rap coinvolto in un processo e condannato per aver falsificato i fogli di servizio, si precisa che la Rap aveva già avviato per tale illegittimo comportamento un procedimento disciplinare. Lo stesso dipendente era stato poi licenziato nel 2014 poiché coinvolto in altri reati (furto di carburante da mezzi aziendali) .

“ Tolleranza zero– dichiara l’Amministratore Unico Giuseppe Norata – Rap  ha avviato seri procedimenti nei confronti di tutti i dipendenti che nel corso del tempo hanno operato in maniera illegale a discapito di chi scrupolosamente  fa il proprio dovere. Chi commette reati in attesa di sentenza definitiva viene sospeso in maniera cautelare dalle prestazioni e dallo stipendio. Lo “status” di società pubblica – conclude l’Amministratore – impone rigore nel rispetto delle regole pertanto non saranno mai tollerati comportamenti impropri e/o illegali”.

L’Azienda, dal primo gennaio al 31 dicembre 2018 ha avviato 706 procedimenti disciplinari e 4 licenziamenti (3 per furto di carburante ed uno per assenza ingiustificata), 557 ore di multa e 190 giorni di sospensione dal servizio e dalla retribuzione.

Quest’anno, dal primo gennaio al 28 febbraio, sono 175 i procedimenti avviati di cui 42 conclusi con 48 ore di multa.