La Fiom incontra nuovo assessore al Bilancio su manutenzione Tram e Cantiere Navale

0
201

Palermo – Una clausola per tutelare i lavoratori impegnati nella manutenzione del Tram nei cambi d’appalto e la certezza che le zone limitrofe al Cantiere Navale di Palermo non vengano destinate ad attività in conflitto con la vocazione industriale dell’area. Di questo si è parlato nell’incontro che si è svolto tra la Fiom Cgil Palermo e il neo assessore al Bilancio, Roberto D’Agostino.
“Da più di un anno chiediamo una clausola di salvaguardia per i lavoratori metalmeccanici che si occupano della manutenzione del tram di Palermo. Quest’anno scadrà il contratto di appalto – dichiarano Angela Biondi e Francesco Foti della Fiom di Palermo – Abbiamo rappresentato il bisogno di garantire i lavoratori che dal primo giorno gestiscono l’impianto delle linee, dei binari e del sistema semaforico e informatico del Tram. Sono lavoratori altamente specializzati e vanno tutelati nei cambi di appalto.”
“Registriamo – proseguono Biondi e Foti – l’impegno dell’assessore D’Agostino a far sì che nel nuovo bando sia inserita la clausola, in modo da garantire non solo la continuità lavorativa ma anche non far venire meno l’efficienza fin qui registrata del servizio ”.
L’incontro è stato anche occasione per parlare delle aree limitrofe al Cantiere Navale, dove sorgono la Manifattura Tabacchi, il campo di calcio e le due palazzine ex mensa ed ex dopolavoro. “Ancora una volta – continuano Biondi e Foti, congiuntamente alla Rsu della Fiom di Fincantieri, Serafino Biondo – abbiamo ribadito l’importanza del fatto che una diversa destinazione dell’area non deve entrare in conflitto con un insediamento industriale come il Cantiere Navale che, peraltro, esiste dal 127 anni. L’assessore ha mostrato di condividere le nostre ragioni e ci aggiorneremo su questo punto dopo una serie di verifiche che gli uffici effettueranno”.