Miccichè: “Per i finanziamenti a Catania, un apposito disegno di legge”

0
67
Gianfranco Miccichè

 

Palermo – “L’emendamento che avrebbe consentito di anticipare liquidità al Comune di Catania non è stato messo in votazione, in quanto l’argomento non era inerente al disegno di legge in discussione e la responsabilità di tale scelta è esclusivamente della Presidenza”. Così il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, ha voluto mettere la parola fine alla polemica che si era innescata sulla mancata votazione dell’emendamento aggiuntivo che avrebbe dovuto consentire anticipazioni di cassa al capoluogo etneo, in dissesto finanziario.

“Darò subito input alla commissione Bilancio, affinché si prepari un disegno di legge autonomo; mi auguro che la situazione si risolva nel più breve tempo possibile – ha sottolineato il presidente dell’Assemblea regionale siciliana -. Ciò detto, al fine di non procedere più tra le proteste delle opposizioni, mi adopererò perché non vi siano più votazioni su emendamenti non inerenti all’argomento in discussione”, ha concluso Miccichè.