Gli studenti dell’IPSSAR F.P.Cascino incontrano Dante

0
228

 

Palermo – Nell’aula magna dell’IPSSAR gli studenti delle classi 3 L , della 5 N e della 4 L , (tutte del settore accoglienza turistica) hanno partecipato ad un evento per loro non comune: hanno ascoltato il notaio Salvatore Abbruscato che ha commentato il canto XXVI di Ulisse dell’Inferno di Dante; 14 studenti, debitamente preparati per tale occasione dalle loro docenti di italiano prof.ssa Cipriano Giusy, prof.ssa D’Urso Patrizia e prof.ssa Zagone Piera, hanno recitato l’intero canto, ognuno alcune terzine, alcuni leggendo ed altri a memoria. Perfino una ragazza , assistita dal suo docente di sostegno, ha recitato in maniera ineccepibile con grande sorpresa di tutti.

E’ stata per loro una esperienza nuova, molto valida sul piano didattico che ha consentito di conoscere meglio l’intero canto e di approfondire le varie tematiche in esso contenute.

Tutti hanno manifestato grande interesse, tenendo un assoluto silenzio e seguendo con la massima attenzione tutte le fasi dell’incontro: la narrazione e commento, la recita degli studenti, le domande formulate da alcuni e le rispettive risposte.

I ragazzi apparivano leggermente emozionati, ma, incoraggiati e sostenuti dai loro docenti, hanno proseguito, con determinazione e con convinzione e direi anche con grande soddisfazione, nella recita dei versi.

Vada una lode ed apprezzamento in favore dei docenti che hanno individuato e scelto i ragazzi e li hanno preparati bene per eseguire la recita dei versi.

Un elogio va alla dirigente scolastica prof.ssa Lucia Assunta Ievolella per avere creduto in tale esperienza didattica e per avere dato le necessarie autorizzazioni affinché l’evento avesse il suo svolgimento.

Gli studenti hanno mostrato molta sensibilità, hanno saputo apprezzare l’avvenimento, hanno applaudito, hanno ringraziato i loro docenti e l’ospite che li ha intrattenuti.

I.C.