Trapani Comune plastica free

0
240
Giacomo Tranchida, sindaco di Trapani

 

Trapani – Aumentano i Comuni che hanno dichiarato lotta aperta all’uso di oggetti in plastica nel proprio territorio. Trapani è tra questi. La scelta è dettata sia da ragioni ecologiche poiché la plastica sta destabilizzando l’ecosistema in cui viviamo sia da motivi di carattere pratico poiché i rifiuti hanno un costo sociale che incide sullla fornitura dei servizi al cittadino. Nell’ambito dell’esecuzione dell’ordinanza sindacale n. 32 del 29 marzo, relativamente alla riduzione dell’impatto della plastica sull’ambiente “Trapani Comune plastica free” per maggiore chiarezza e al fine di consentire l’utilizzo, agli operatori del commercio, di eventuali scorte, si riportano le scadenze previste.

Dal 1° giugno in poi:

  • gli esercenti di attività commerciali e artigianali che operano nel territorio comunale, sia a posto fisso che itinerante, non potranno piu’ utilizzare e/o fornire ai clienti sacchetti in plastica (shoppers) da asporto mono uso in materiale non biodegradabili. Potranno essere utilizzati esclusivamente sacchetti biodegradabili e compostabili conformi agli standard indicati dalle norme UNI EN 13432 e UNI EN 14995 quali, a titolo esemplificativo, i materiali bioplastici di origine vegetale, cellulosa, carta, tela o fibre naturali.

Dal 1° luglio in poi:

  • i titolari che esercitano sul territorio comunale le attività di somministrazione alimenti e bevande, sia a posto fisso che itinerante quali la ristorazione, i bar, i ristoranti, le pizzerie, le paninerie, takeaway,pub e attività similari aventi quale finalità la somministrazione di alimenti e bevande (inclusi gli stabilimenti balneari e i chioschi), potranno distribuire agli acquirenti esclusivamente posate, piatti, bicchieri (di qualsiasi dimensione), cannucce, mescolatori di bevande monouso in materiale biodegrabile e compostabile.

Dal 1° agosto in poi:

  • gli esercenti per i generi alimentari, quali supermercati, botteghe di vicinato, salumerie etc. e ogni altro esercizio e centro vendita abilitato alla vendita di stoviglie per alimenti, è fatto esplicito divieto di vendita di qualsiasi materiale monouso in plastica ed altro materiale non biodegradabile quali piatti, bicchieri (di qualsiasi dimensione), cannucce, posate, cotton fioc non biodegradabili, mescolatori di bevande. A decorrere da tale data sarà consentita la vendita esclusivamente di stoviglie e materiale biodegradabile.

L’ordinanza è efficace anche per gli eventi e le manifestazioni di qualsiasi tipo. In tali occasioni potranno essere utilizzati esclusivamente piatti,bicchieri,posate, cannucce, bastoncini mescolatori etc. che non siano realizzati in materiale biodegradabile e compostabile.

I cittadini residenti e non, nel territorio comunale di Trapani, a decorrere 1° maggio, si dovranno dotare e dovranno utilizzare, esclusivamente, sacchetti monouso per la spesa in carta o altro materiale biodegradabile, ovvero borse riutilizzabili a rete in stoffa o tessuto o altro materiale idoneo per legge.

Cambiare il nostro stile di vita con questi piccoli accorgimenti non è difficile e non ci costa niente, in questo modo daremo un contributo notevole alla salvaguardia dell’ambiente di cui siamo coinquilini e salveremo anche molti animali che di plastica purtroppo muoiono.

Luca La Scala