Oggi? Libia

0
500

 

Catania – Ed oggi? Con cosa cerco di attirare l’attenzione di chi pubblica e di quanti leggono? Sui social la mia opera di “guastatore telematico” sulle pagine delle varie testate generaliste riscuote un minimo di successo, come pure le medesime tesi ed opinioni, espresse su Facebook (malgrado abbondanti periodi di “squalifica”), Twitter ed il russo VK, trovano (assieme ad insulti e minacce) decine di migliaia di “mi piace”…

Considerando che trattasi (quasi) sempre di contenuto “politicamente scorretto” e che (magrado i miei recenti 70 anni) riesco ancora a “reggere botta” pure nella vita reale trattando le stesse tematiche “in pubblico”..spero, perché in fondo ci tengo tantissimo, che la pazienza di chi legge regga pure sulla carta stampata e le testate in rete.

Andando al sodo, potrei affermare (con un minimo di scarsa modestia) che non esiste un solo tema d’attualità su cui non abbia espresso (all’epoca) una valutazione che, oggi, non si riveli “corretta”.

Perché “io sono più bravo”?

Quando mai..”perché io sono più libero” (non essendo pagato da nessuno e/o “vincolato” a qualsivoglia organizzazione od altro) ..tutto qui!

Prendiamo tra tutte, notizia di poche ore fa, la avanzata delle forze di Haftar verso Tripoli. 

Per (se non far fuori) mettere in difficoltà Sarraj proprio nelle ore in cui è presente nella capitale libica il Segretario generale dell’Onu, Guterres.

È fin dalla imposizione, voluta proprio dalle Nazioni Unite, dalla UE e dallo Occidente (Italia in testa), del fantoccio Sarraj nel 2016 che segnalo ai media la debolezza congenita di questo “presidente” che non controlla (dopo tre anni di appoggio militare italiano ed inglese) neppure le sedi dei suoi stessi ministeri..

Certo, non ero il solo a scrivere o dire questo ma, sicuramente, ero tra i pochi a denunciare proprio le Nazioni Unite come principali colpevoli del caos libico..visto che avevano autorizzato la aggressione di BombObama e Sarkozy alla Libia per ammazzare Gheddafi e dividere il paese, onde poter poi “esportare le primavere arabe” fino in Siria, uccidendo anche Assad !

E, per farlo presente ai “distratti”, sono  quelle stesse istituzioni le quali hanno armato ed addestrato esercito e guardia costiera di Tripoli per “rendere sicuri” basi e porti sotto controllo governativo!

Quegli stessi porti che alcune Ong si permettono di dichiarare “insicuri” a proprio piacimento onde consentire scelte di “salvataggio migranti” in contrasto con quel diritto internazionale che lo stesso Onu dovrebbe garantire.. 

Ora, io non so come potrà finire questo braccio di ferro tra (apparentemente) Haftar e Sarraj..a naso direi il primo ma, essendo pure lui un generale che tradì Gheddafi, credo sia poco affidabile persino per il suo protettore al-Sisi!

Però, senza andare oltre per non creare confusione nella testa altrui..

come mai le Nazioni Unite, sotto spinta Usa ed occidentale, magari con il tacito consenso di Cina e Russia (lo stesso che portò al linciaggio di Gheddafi)..non mettono su una nuova, bella ed armatissima “missione umamitaria”?

Magari bombardino Tripoli, Bengasi, Misurata, Derna e Tobruk..non sono da quelle parti i famigerati “campi di detenzione” dove sono torturati ed uccisi (secondo le Ong) migliaia di migranti ??  Loro hanno creato il problema libico (in Siria, per fortuna, non sono riusciti del tutto ed Assad è vivo e vegeto)..ipocriti e criminali!

Vincenzo Mannello