Buseto Palizzolo e Vita:visita Lo Curto e Foti per messa insicurezza di strade ed edifici

0
140

Palermo – Sopralluogo a Buseto Palizzolo e Vita, nel trapanese,
per il capogruppo dell’udc all’Ars Eleonora Lo Curto e il direttore
della protezione civile regionale Calogero Foti per fare il punto con
gli amministratori comunali su alcuni interventi urgenti per la messa
in sicurezza di strade ed edifici. A Buseto Palizzolo con il sindaco
Roberto Maiorana e le due consigliere comunali dell’Udc Maria Simonte
e Giusi De Filippi è stato focalizzato il tema dello stato disastroso
in cui si trova la SP 57. “È una strada percorsa ogni giorno da uno
scuolabus – afferma il capogruppo Udc alla regione Eleonora Lo Curto –
che trasporta gli alunni delle scuole delle frazioni a Buseto. La
provinciale si presenta con frane, guardrail non a norma, manutenzione
inesistente, buche ed erbacce. Ringrazio il direttore Foti – continua
Eleonora Lo Curto – per la disponibilità con la quale ha constatato
lo stato di fatto di questa via importante anche per i collegamenti
con San Vito Lo Capo e Segesta. Occorre trovare presto una soluzione
poiché è evidente che il Libero consorzio di Trapani, senza risorse
economiche, non potrà provvedere, come riferisce lo stesso commissario
straordinario Raimondo Cerami. Del resto non è sufficiente nemmeno lo
stanziamento di 416 mila euro previsto nei fondi del Patto per il Sud.
Ritengo che siano urgenti interventi di protezione civile anche a
sostegno delle attività turistiche della zona. Dubito che tanti b&b
con la viabilità così precaria possano ricevere turisti, nonostante
l’area offra bellezze paesaggistiche, archeologiche e culturali che da
sole possono determinare migliori condizioni per sviluppare sana
economia e lavoro”. Presso il comune di Vita, il sopralluogo è stato
fatto in presenza del sindaco Giuseppe Riserbato per verificare la
possibilità di mettere in sicurezza alcuni edifici pericolanti che sin
dal terremoto del 1968 sono stati abbandonati ed oggi si trovano nella
disponibilità patrimoniale del Comune, che però non ha le risorse
necessarie per intervenire. “Con Foti – riprende Eleonora Lo Curto –
abbiamo evidenziato la situazione e definite alcune priorità con la
speranza di trovare una soluzione a breve termine a garanzia
dell’incolumità dei cittadini. È stata anche l’occasione per parlare
di rettifica dei Confini tra i comuni interessati dagli interventi del
post terremoto – aggiunge Lo Curto – subordinata ad una modifica
normativa. Verificherò quanto prima le possibilità esistenti per la
riperimetrazione dei territori al fine di far riordinare ai singoli
Enti locali il proprio territorio, quindi i servizi e quanto
necessario e di competenza degli stessi a beneficio delle proprie
comunità”.