Raid all’istituto Falcone. Solidarietà dalla Cgil

0
276

Enzo Campo

L’impegno per l’emancipazione dello Zen ci accomuna, così come il sostegno alla grande opera svolta dalla scuola”. Il sindacato  darà un contributo per ripristinare i giocattoli sottratti ai bambini

Palermo – La Cgil Palermo esprime solidarietà e manifesta vicinanza al dirigente, agli insegnanti, agli operatori, agli alunni dell’istituto Falcone dello Zen e all’intera comunità scolastica, ancora una volta bersaglio di nuovi atti vandalici. “Siamo particolarmente vicini alla dirigente scolastica Daniela Lo Verde e comprendiamo il suo enorme sconforto e la sua rabbia per il furto che ha danneggiato ancora una volta soprattutto i più piccoli. Da sempre la Cgil Palermo  – dichiarano il segretario generale della Cgil Palermo Enzo Campo, la segretaria generale della Flc Cgil Palermo Franca Giannola e la responsabile della Camera del Lavoro dello Zen Alessia Gatto  – è impegnata allo Zen con il suo presidio, che fornisce supporto  e aiuto sociale ai cittadini per ogni tipo di pratica e assistenza e perciò sappiamo quanto sia importante il ruolo svolto da chi, scuole e associazioni,    rappresenta un punto di riferimento della legalità nelle zone più difficili della nostra città”. 

 “Nel chiedere l’intensificazione della vigilanza per la scuola colpita dal nuovo raid – aggiungono Campo, Giannola e Gatto –  la Cgil intende partecipare con un proprio contributo per far sì che vengano restituiti i giocattoli e i beni sottratti ai bambini della scuola dell’infanzia Giovanni Falcone”. 

   Nei prossimi giorni una delegazione della Cgil Palermo insieme alla Flc Cgil Palermo si recherà all’istituto Falcone per incontrare la dirigente, gli insegnanti e gli operatori “che lavorano ogni giorno con abnegazione e sacrificio per l’emancipazione e la crescita di un territorio che sempre più chiede di sentirsi parte integrante di Palermo”.