Terún, Terún (Terroni)..!

0
229
Matteo Salvini

Catania – E l’indignazione sudista si scagliò non tanto sui giocatori del Brescia che cantarono in coro pronunciando l’offesa..quanto su Matteo Salvini e sulla intera Lega, colpevole di razzismo e xenofobia (questa volta bersaglio i meridionali, non i soliti migranti) !! 

Articoli di giornali (ovviamente tutti rigorosamente “specchio di obiettività” ed apolitici), passaggi radiotelevisivi e milioni di commenti sulle pagine social, con scambi rusticani di like per chi  sottolineava le difese/offese più crude e volgari nei confronti dell’ opposto schieramento..ripeto con Salvini indicato come responsabile principale di tutto  !! 

Oddio, qualche frecciata al curaro contro Di Maio ed il M5S, colpevoli di “stare ancora” con il perfido lombardo ministro dell’interno, la ho pure letta ma trattasi di “conseguenze collaterali”…

Ora, prima di proseguire, chi avesse la pazienza di leggere deve tenere presente una cosa: “io non voto Salvini e Lega”!! Principalmente perché, in politica estera (che ritengo fondamentale per averne una realizzabile in casa) si dimostra in ogni occasione sionista più di Nethanyau, atlantista ancor più di Trump e persino ueista, visto che ha sempre escluso di “voler uscire dalla UE”. Dimostrando così, non solo ai miei occhi, come abbia uno strano concetto di “sovranismo”..appurato che noi degli Stati Uniti siamo colonia militare, della Unione Europea colonia finanziaria e politica e quanto a sionismo..lasciamo perdere !!

Torniamo all’ offesa..”terún” lo è senza alcun dubbio, ed io stesso (in un lontano passato) ho reagito anche fisicamente quando, sentendomi più sudista del generale Lee, mi hanno investito dell’epiteto per qualche motivo..ma, principalmente, “fuori” da uno stadio e, guarda caso, per ultimo quando la Lega era ancora “padana” e Bossi parlava la barbarica lingua bergamasca..allora si, nelle piazze e nei bar, che quella era una offesa “etnica” da lavare con il sangue..ma allo stadio ed oggi, con Salvini che assomiglia sempre maggiormente ad uno “di noi”, con la panza che esce sempre più in fuori grazie ai “nostri” manicaretti tanto apprezzati ed ai toni affettuosi ed amichevoli che usa nei confronti delle popolazioni meridionali, tali che neppure il migliore Mastella potrebbe far meglio, l’accusa è fuori luogo, del tempo e pure ingiusta. Perché ?? Per il semplice motivo che, negli stadi, le “offese di sangue” ed etniche sono sempre esistite ed esisteranno, buuu inclusi. Avete mai visto o sentito un tifoso mettere in atto comportamenti di “odio razziale” verso i giocatori di colore della propria 

squadra? Oppure, fin dai tempi del “non si affitta ai meridionali” della Torino degli Agnelli, non inneggiare ai vari Anastasi (catanese doc) e giocatore della Juventus ? E così via, fino a ieri..

i giocatori del Brescia, senza troppa eleganza, hanno festeggiato la promozione in A sfottendo il Palermo ed il Lecce (squadre zeppe di stranieri e settentrionali) gridando a piene mani !!

E sapete “chi” ha avuto l’ idea (come riportato dagli stessi media) dell’ epiteto da rovesciare sugli avversari, infiammando i tifosi??

Ernesto Torregrossa, nato a Caltanissetta…

Vincenzo Mannello