Il “F. Ferrara” ci sarà… per non dimenticare

0
817

Palermo – Il “F. Ferrara” ci sarà… per non dimenticare. «Con tanto di magliette bianche acquistate personalmente, studenti e studentesse dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Francesco Ferrara” di Palermo – sede da anni dell’ambasciata dell’Amicizia e dell’Integrazione a firma Parlamento della Legalità Internazionale e Multietnico – sono pronti a scendere in piazza maggiore per testimoniare che il sacrificio di Giovanni Falcone, di Francesca e con loro Vito  Rocco e Antonio non è stato mai dimenticato. Nel cuore della maglietta il volto di Giovanni e dietro una frase, uno slogan, un voto “Giovanni 10 e lode”. Sono gli studenti della dirigente Eliana Romano, donna ricca di grande umanità e professionalità che in tanti anni di impegno di “presidenza” non si è mai sottratta nel dare il meglio di sé per abbracciare le storie e le vite di tanti studenti arrivati da ogni parte del mondo. Affiancata dal professore Nicolò Mannino (docente, referente al progetto educazione alla legalità e cittadinanza attiva, oltre che fondatore del Parlamento della Legalità Internazionale e Multietnico) anche quest’anno la dirigente scolastica Eliana Romano ha autorizzato ben 17 classi di alunni e alunne a partecipare all’appuntamento del 23 maggio incassando il plauso e un messaggio di riconoscimento da Maria Falcone, tramite il professore Nicolò Mannino. Studenti e studentesse meravigliosi, coordinati da docenti sensibili e molto vicino ad ognuno di loro che giovedì saranno presenti a Piazza Magione per dire a tutti che “la mafia è un fenomeno umano – ricordando quanto detto da Giovanni Falcone – e come tutti i fenomeni umani ha un inizio e avrà una fine”.  E la certezza arriva “E noi stiamo anticipando la fine di questa diabolica piaga – dice Nicolò Mannino – indirizzando i giovani a scorgere la solarità del loro talento e forti nel vivere la bellezza della vita, riuscire a cantare la gioia di essere Luce tra le tenebre”».

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo