Operazione «Jewel Thieves». Sgominata banda di romeni che agivano tra Caltanissetta ed Agrigento

0
61
Parte della refurtiva recuperata

 

Enna – Si erano specializzati in furti in abitazioni ed altri luoghi come cantieri. Si tratta di una banda criminale costituita da romeni che agivano nel territorio compreso tra Caltanisseta ed Agrigento ma ora, grazie ad un lavoro di intelligence tra Polizia di Stato ed Arma dei Carabinieri, è stata recuperata la refurtiva ed assicurati i criminali alla giustizia.

La cronaca dei fatti

Ricostruiti numerosi furti in abitazione fra Enna, Caltanissetta e Agrigento, nonché altri “colpi” predatori, quali furti in strutture di telecomunicazione comunicazione e cantieri; debellata dalla Polizia di Stato e dall’Arma dei Carabinieri la banda che aveva colpito Enna Bassa lo scorso inverno.

Sin dalle prime luci dell’alba di stamane, mercoledì 12 Giugno 2019, la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri – e, in particolare, la Squadra Mobile di Enna e la Compagnia Carabinieri di Enna – diretti dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Enna – stanno procedendo all’arresto di alcune persone di nazionalità romena, facenti parte di un’associazione a delinquere votata alla commissione di furti in abitazione, nonché altri “colpi” predatori, quali furti in strutture di telecomunicazione e cantieri fra Caltanissetta e Agrigento.

La locale Procura della Repubblica presso il Tribunale di Enna ha coordinato un team di investigatori – poliziotti e carabinieri – che hanno fatto luce su decine di colpi, che avevano interessato la città di Enna, ma anche altri centri, creando allarme fra i cittadini residenti nelle zone colpite. L’indagine ha permesso di ricostruire anche numerosi episodi di furti di rame e carburante in Caltanissetta e Agrigento.

In seguito alla richiesta del Pubblico Ministero Titolare delle indagini, il G.I.P. presso il Tribunale di Enna emetteva misura cautelare in carcere nei confronti degli indagati, i quali sono stati catturati attraverso un’operazione, particolarmente complessa, che vede il coinvolgimento di decine di poliziotti e militari che stanno eseguendo anche numerose perquisizioni domiciliari.

Maggiori aggiornamenti nel corso della giornata

Luca La Scala