Infortunio sul lavoro

0
203
Enzo Campo

 

Ustionato operaio di una ditta esterna mentre maneggiava un cannello per un intervento per conto di Enel a Corleone. “Alle ditte esterne vanno estesi i medesimi standard di sicurezza”

Palermo – Un infortunio sul lavoro a Corleone di un lavoratore di una ditta esterna ustionato mentre stava maneggiando un cannello durante un intervento per la riparazione di un guasto elettrico per conto di E-Distribuzione di Enel. Medicato al braccio e in parte del viso, in ospedale ha ricevuto una prognosi di 18 ore. A dare l’allarme sono la Filctem Cgil Palermo e la Cgil Palermo, che parlano di emergenza sicurezza nel settore. Nel febbraio scorso, sempre a Corleone è morto un operaio di 26 anni, di Balestrate, durante un intervento alla rete elettrica.
“Esprimiamo solidarietà all’operaio. Per fortuna si è trattato questa volta solo di un lieve infortunio. Bisogna immediatamente chiarire le dinamiche dell’incidente per evitare che altri lavoratori del settore elettrico possano essere esposti a rischi – dichiarano il segretario generale della Cgil Palermo Enzo Campo e il segretario generale Filctem Cgil Palermo Gabriella Messina – La sicurezza deve essere centrale nelle scelte organizzative delle aziende committenti e vanno estesi i medesimi standard di sicurezza alle ditte esterne. Il tema della sicurezza in genere, e negli appalti in particolare, va affrontato in maniera seria e strutturale”.
I due segretari di Filctem e di Cgil Palermo, unitamente a Giuseppe D’Aquila, segretario generale della Filctem Sicilia, ritengono “urgenti e indifferibili gli investimenti necessari per avere una rete elettrica a Palermo e in Sicilia adeguata e funzionale a una riduzione dei fattori di rischio”.