Un successo meritato. Sono arrivati pure dal Cairo alla conclusione dell’Anno Accademico del Parlamento della Legalità Internazionale

0
627

Monreale (PA) – Un successo meritato – sono arrivati pure dal Cairo alla conclusione dell’Anno Accademico del Parlamento della Legalità Internazionale. «Il Tricolore sventola tra gli alberi di aranci, limoni e tante piante. La location è “mozzafiato”, Salvatore Sardisco coordina tutto mentre un fiume di gente arriva per abbracciare un mosaico di bellezza e di cultura di vita a firma Parlamento della Legalità Internazionale. Un successo la chiusura dell’anno accademico del Parlamento della Legalità Internazionale a Monreale nella splendida cornice della terrazza de “Il Giardino degli Aranci”, un evento di carattere nazionale iniziato con una telefonata da parte della segreteria del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte che porgeva il suo augurio per l’ottima risuscita dell’evento vista la sua giustificata assenza poiché impegnato a Bruxelles. Delegazioni arrivate da diverse città d’Italia da Bovino (FG) con tanto di sindaco, assessori e Maresciallo dei Carabinieri; da Ravanusa, da Palma di Montechiaro, da Termini Imerese, da Borgetto, e tanti amici da Palermo. E non è mancata la delegazione dal Cairo con il Presidente della Comunità Egiziana Basem Salama Ibrahim, arrivato a Monreale con un gruppo di sette persone e tra queste l’ingegnere George Ayad Hanna, ricco petroliere che ha portato con sé una lettera del Ministro della Difesa dell’Egitto per avviare la trattativa di un gemellaggio culturale con il Parlamento della Legalità Internazionale. A dare il benvenuto ci hanno pensato Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco rispettivamente presidente e vice presidente di questo movimento già benedetto da Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale. Numerosa la presenza degli uomini delle forze dell’ordine che aderiscono al cammino culturale del Parlamento della Legalità Internazionale, iter culturale incoraggiato e apprezzato dal Generale di Corpo d’Armata Carmine Lopez Generale Interregionale della Guardia di Finanza per l’Italia sud occidentale e neo presidente onorario del Parlamento della Legalità Internazionale.  Per l’occasione è stato realizzato un video che ha documentato una serie di incontri culturali promossi dal movimento in quasi tutte le città d’Italia da Montecitorio al Vaticano incontrando Papa Francesco per la consegna del progetto culturale “Ricercatori dell’Alba” e il libro “Peccatori sì, Corrotti mai”, fino ad arrivare all’incontro culturale con i giovani detenuti dell’Istituto Malaspina di Palermo. Durante la serata non sono mancati momenti di dialogo e di confronto con la consegna a tutti i partecipanti di un attestato di partecipazione all’insegna dell’amicizia e del dialogo. Basem Salama Ibrahim ha pubblicamente invitato il presidente del Parlamento della Legalità Internazionale Nicolò Mannino per essere al Cairo il prossimo 13 luglio per un convegno culturale durante il quale sarà avviato un protocollo di collaborazione con il Ministro degli affari esteri e della Cultura Egiziana. “Siamo fieri di aver archiviato – dice Nicolò Mannino – un anno di successi e di non pochi sacrifici. L’affetto degli studenti e di tanti docenti, dirigenti scolastici e genitori ci hanno incoraggiato a portare avanti un impegno con lo sguardo puntato a chi ha dato la vita per gli ideali di pace, fratellanza legalità e solidarietà”. Tra i nuovi soci onorari i due esponenti della delegazione Egiziana, Basem Salama Ibrahim, e George Ayad Hanna, il Colonnello dell’Esercito Regione Sicilia, Giuseppe Lo Cicero, il sindaco del Comune di Bovino Vincenzo Nunno, il Maresciallo Maggiore dei Carabinieri della Stazione di Bovino, Corrado Memmi. Tanti studenti presenti e tanti giovani che “sono – ha concluso Nicolò Mannino – i veri pilastri del Parlamento della Legalità Internazionale”». 

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo