Il plauso di Lagalla al Parlamento della Legalità Internazionale

0
785

 

Palermo – Il plauso di Lagalla al Parlamento della Legalità Internazionale. «L’Assessore Regionale alla Pubblica Istruzione e Formazione Roberto Lagalla, da sempre amico fraterno del Presidente del Parlamento della Legalità Internazionale Nicolò Mannino (nella foto), amicizia nata sul campo della cultura a favore di una cultura di legalità, di solidarietà e sviluppo del territorio, invitato ad essere presente a Verona presso la Moschea dell’Imam per firmare l’Ambasciata dell’Amicizia e del Dialogo con cinque religioni diverse – Musulmani, Ortodossi, Cristiani, Buddhisti, Ebrei, – ha preso carta e penna e ha scritto un augurio che sa di familiarità e di sincera affettuosità indirizzato a tutti i componenti del Parlamento della Legalità Internazionale presenti su tutto il territorio nazionale e non. “Carissimo, complimenti sinceri ed affettuosi per la rilevante iniziativa interconfessionale di Verona che conferma la straordinaria capacità di proposta e aggregazione del Parlamento della Legalità. Un caro abbraccio. Roberto Lagalla”. Intanto copia della pergamena dell’Ambasciata dell’Amicizia e del Dialogo è arrivata in Vaticano grazie a Don Sergio Mercanzin, che ha consegnato tutto al Nunzio Apostolico della Segreteria di Stato Mons. Mennini che ben conosce il cammino di fede e di cultura del Parlamento della Legalità Internazionale.  Nicolò Mannino, da un anno consulente dell’Assessore regionale Roberto Lagalla (a titolo gratuito), si prepara intanto a raggiungere la Scuola Allievi della Polizia di Stato di Peschiera del Garda per festeggiare con il direttore del Corso Gianpaolo Trevisi un anno dall’insediamento dell”Ambasciata della Resilienza, e lo farà portando con sé due patrocini di alto livello istituzionale: quello del Capo della Polizia Franco Gabrielli e del Ministro dell’Interno Matteo Salvini.  In casa Parlamento della Legalità Internazionale gli incoraggiamenti non mancano mai». 

Ph:Mannino e Lagalla

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo