Nicolò Nannino consacrerà il Parlamento della Legalità alla Madonna tanto cara a Giovanni Paolo II

0
610

 

San Giovanni Rotondo (FG) – A San Giovanni Rotondo Nicolò Nannino consacrerà il Parlamento della Legalità Internazionale alla Madonna tanto cara a Giovanni Paolo II. «Pura coincidenza? forse!  ma per chi ha fede, come Nicolò Mannino attesta, “Nei piani di Dio tutto ha un senso che richiama un progetto che sa di amore e di coraggio”.  Venerdì pomeriggio (15 novembre) Nicolò Mannino, Presidente del Parlamento della Legalità Internazionale, accompagnato dal maresciallo dell’Aeronautica Michele Di Maggio, attualmente Presidente dei Lions di San Giovanni Rotondo – raggiungerà la città di Padre Pio per incontrare giovani studenti e cittadini che arriveranno anche dalla vicina Manfredonia e anche da Orta Nova (FG). L’occasione è la presentazione del libro: “Profeticamente Scomodi. Quando un uomo si sporca le mani: Don Tonino Bello”. Nicolò Mannino, atteso in città da una pubblicità inverosimile alimentata dai Lions, trovare una città in festa poiché dall’11 al 24 novembre la città ospita il quadro (molto caro a San Giovanni Paolo II), della Madonna di Częstochowa. La Vergine Nera di Częstochowa (nota anche come Madonna nera) è un’icona di tradizione medioevale bizantina della Madonna col Bambino.

La leggenda vuole che sia stata dipinta da San Luca che essendo contemporaneo alla Madonna ne avrebbe dipinto il vero volto. Nel 1382 l’icona venne portata al Santuario di Częstochowa a Jasna Góra dal principe Ladislao di Opole. Nel 1430, durante le guerre degli Ussiti, l’icona venne profanata a colpi d’ascia, tanto che ancora oggi ne sono visibili gli sfregi. Nel XVII secolo la Madonna nera per i polacchi rappresentava la resistenza dei polacchi alle dominazioni straniere. “Consacrerò con i giovani il nostro movimento culturale del Parlamento della Legalità Internazionale – sottolinea Nicolò Mannino – a Maria, che noi veneriamo con l’invocazione “Stella del Mattino”.

A Lei affideremo il nostro presente e il futuro e nel suo cuore di madre poseremo le nostre speranze, le gioie, le attese e i bisogni di tutti coloro che in questi anni hanno creduto e tuttora collaborano con noi”. A San Giovanni Rotondo si ritrovano lo zelo di San Giovanni Paolo II, il movimento culturale del Parlamento della Legalità Internazionale che secondo il dire di Mons. Carmelo Ferraro (Arcivescovo emerito dell’Arcidiocesi di Agrigento) questo movimento è proprio la risposta culturale all’anatema contro la mafia lanciato il 9 maggio del ‘93 nella valle nella Valle dei Templi di Agrigento dal Papa arrivato dalla Polonia, e il volto materno di Maria molto cara al Papa “venuto da lontano”. Nicolò Mannino con i giovani del luogo darà vita a un omaggio floreale ricordando che il Parlamento della Legalità Internazionale ha una forte matrice cristiano/mariana e la presenza di Maria in questo cammino culturale e di fede va sempre sottolineato e vissuto con grande espressione di gratitudine verso “Colei che tutte le generazioni chiameranno Beata”». 

Ph copertina:L’icona pellegrina della Madonna Nera di Częstochowa

La Madonna di Częstochowa, secondo la tradizione dipinta dall’evangelista san Luca

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo