La Polizia di Stato con gli anziani. Campagna per la prevenzione delle truffe agli anziani. Seminario alla caserma Lungaro

0
50
Il Questore Renato Cortese

Palermo – Truffare le persone indifese è tra le azioni più ignobili per le quali la punizione che la legge prevede non basta a riscattare chi le compie. Da anni l’attenzione della Polizia di Stato verso gli anziani si è andata allargando tanto da diventarne gli angeli custodi in divisa. Non basta intervenire, serve anche informare gli anziani, ma non solo loro, chiunque abbia relazione con una persona anziana affinchè, questi vengano resi più guardinghi capaci di evitare le truffe nei loro confronti.

Il Questore Renato Cortese, rivolgendosi alla folta platea di “diversamente giovani”, come ama definire le persone più anziane, ha voluto confermare l’impegno profuso dalla Polizia di Stato nella prevenzione a questo insidioso crimine, anche con giornate come quella odierna, dal valore fortemente simbolico, ma anche molto importante per creare un collegamento con i Funzionari della Divisione Anticrimine della Questura che si occupano del fenomeno.

Altrettanto efficace la visita degli ospiti presenti alla Centrale Operativa per far vedere e conoscere loro chi interviene e chi risponde alle loro eventuali richieste di aiuto. Questo rappresenta  sicuramente un modo per accorciare le distanze ed aumentare anche la percezione di sicurezza. Su questo fronte la Polizia di Stato è umanamente vicina alle persone anziane e mette in campo le proprie risorse per reprimere il reato.

Spesso soli, gli anziani, diventano una facile preda di chi vuole procacciarsi da vivere alle loro spalle e quindi occorre creare una rete di protezione verso coloro che rappresentano la nostra storia, di coloro che ci hanno tramandato competenze e saperi e che non meritano certamente di essere messi da parte divenendo preda di criminali verso i quali la legge è molto blanda in fatto di pene detentive o risarcitorie.

Tanto entusiasmo da parte degli anziani intervenuti, arrivati a bordo di pullman della Polizia di Stato, che hanno avuto modo di confrontarsi direttamente con gli specialisti del fenomeno, ricevere importanti consigli su come difendersi dalle truffe e di visitare la Centrale Operativa, la lapide dedicata ai Caduti all’Ufficio Scorte e la Quarto Savona15, l’auto di scorta del Giudice Falcone, nonché di assistere ad una esibizione dei cinofili della Questura. Allora il nostro compiuto è quello di informare ogni anziano che conosciamo ma anche di chiamare le Forze dell’Ordine quando siamo testimoni di vicende di raggiro verso gli anziani.

Tonino Pitarresi