Piscina comunale. Riunione su possibile “Pontone” per vasca da 25 mt

0
77

 

Palermo – Il Vice Sindaco Fabio Giambrone e l’Assessore alle infrastrutture Maria Prestigiacomo hanno incontrato a Palazzo Galletti una delegazione di rappresentanti di associazioni sportive e genitori di ragazzi e ragazze che frequentano la piscina comunale per attività sportive agonistiche.

Gli stessi avevano inoltrato al Comune nei mesi scorsi la richiesta di realizzare di un “pontone” mobile che permetta la riduzione di lunghezza della vasca coperta a 25 mt, rendendo così l’impianto compatibile con le norme su diverse discipline di gara.


“Abbiamo confermato – ha detto Giambrone – che l’Amministrazione intende individuare ogni possibile forma e soluzione per sostenere l’utilizzo quanto più possibile ampio dell’impianto, sostenendo lo sviluppo dello sport di base ma anche delle sue articolazioni agonistiche.”

Nel corso dell’incontro, l’Assessore Prestigiacomo ha spiegato che nelle prossime settimane sarà bandita una gara per l’affidamento di un incarico tecnico che valuti la compatibilità di un pontone con la struttura della Piscina e le eventuali necessità di interventi strutturali.

“Dai primi sopralluoghi compiuti – ha detto la Prestigiacomo – non è stato infatti possibile confermare o escludere in modo definitivo la compatibilità di una struttura mobile con l’attuale vasca e si è quindi resa necessario il ricorso ad una perizia tecnica che fughi ogni dubbio a garanzia della sicurezza dell’impianto e dei suoi fruitori.”

“Se l’esito di tale perizia sarà positivo – ha confermato il Vice Sindaco – l’Amministrazione non avrà nulla in contrario a proseguire un percorso di collaborazione e dialogo con le associazioni e le famiglie interessate, anche per eventualmente accelerare e facilitare la realizzazione della struttura per il suo utilizzo durante le prossime stagioni agonistiche.”

Al termine dell’incontro si è concordato che una nuova riunione si svolga nei primi mesi del prossimi anno per monitorare l’andamento della procedura e valutare insieme eventuali ulteriori passi.