Nonostante i divieti del coronavirus da Termini Imrese si recava allo Sperone per acquistare droga. Termitano arrestato dalla Polizia di Stato

0
42

 

Palermo – La Polizia di Stato  ha tratto in arresto P.C. di anni 35, modenese,  residente in Termini Imerese  colto  nella flagranza del  reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente verosimilmente  del  tipo  Hashish.

Nonostante vi sia un massivo spiegamento di forze al fine di garantire il rispetto delle misure disposte per frenare la diffusione del Covid, la Polizia di stato ha ben presenti i suoi precipui compiti istituzionali volti alla prevenzione e repressione della criminalità.

Infatti, durante mirati controlli di sicurezza legati alla gestione dell’emergenza epidemiologica,  gli Agenti del Commissariato di P.S. Brancaccio hanno proceduto al controllo di un’autovettura Opel Corsa, con alla guida un uomo  che  era stato visto allontanarsi dalla zona Sperone, nota piazza di spaccio di sostanze stupefacenti.

Alla domanda degli agenti  su cosa facesse in quella zona, l’uomo  forniva una versione  palesemente  falsa circa Ia sua presenza  in citta, alimentando il sospetto che  fosse venuto per acquistare stupefacenti.

Messo alle strette P.C. consegnava spontaneamente dapprima una tavoletta di sostanza stupefacente del tipo Hashish avvolta in plastica trasparente del  peso complessivo di grammi 50 circa che prendeva  dagli  slip  e successivamente un’altra porzione   di  tavoletta  della medesima sostanza stupefacente del peso di grammi 46.

A quel punto l’uomo veniva tratto in arresto e condotto presso gli Uffici del Commissariato di P.S. Brancaccio per i successivi adempimenti.

Tempestivamente, veniva effettuato una perquisizione  presso la sua abitazione di Termini Imerese, ove si rinveniva, all’interno di  uno stipite della cucina, del materiale idoneo al taglio ed al confezionamento della sostanza stupefacente,  consistente  in un  bilancino  di precisione,  un  rotolo di carta alluminio  ed una lama  in acciaio  per  taglia  balsa intrisa di sostanza stupefacente del tipo hashish. Mentre nel giardino di pertinenza dell’abitazione si notava una Groove Box, utilizzata per allestire una piantagione Indoor, con 4 vasi contenenti verosimilmente  piantine di marijuana di circa 10 cm.

L’arresto è stato convalidato dall’Autorità giudiziaria.