Camera di Commercio di Napoli: Consiglio Camerale in periodo COVID. Avvicendamenti in Consiglio e Giunta Camerale

0
69

 

 

Napoli – Il Consiglio Camerale di Napoli convocato dal Presidente Ciro Fiola si è riunito nel Palazzo della Borsa per l’avvicendamento di due consiglieri camerali e l’avvio di azioni di rilancio e sostegno all’economia del territorio particolarmente martoriata dalla prolungata chiusura delle imprese.

Integrato il Consiglio Camerale su provvedimento del Presidente dalla Giunta Regionale della Campania, Vincenzo De Luca, con gli imprenditori Giuseppe Danzi, in uno dei seggi del commercio, e Giampiero Castaldo, in uno dei seggi dell’industria.

Il Consiglio ha altresì completato la squadra di governo di Piazza Bovio eleggendo, a scrutino segreto, con larga maggioranza, l’imprenditore Giampiero Castaldo nella Giunta Camerale quale rappresentante del comparto industria.

Castaldo, imprenditore dell’industria dolciaria da circa 40 anni con relazioni e premi internazionali, siederà, quindi, d’ora in poi nella Giunta Fiola completando la rappresentanza dei settori produttivi dell’economia. Un lungo applauso ha accompagnato l’imprenditore al suo indirizzo di saluto alla folta platea. Castaldo, nel dirsi onorato per il ruolo riconosciutogli, ha

Consiglio camerale

assicurato il massimo impegno a rappresentare e dare voce al tessuto imprenditoriale della provincia di Napoli.

La Camera di Commercio di Napoli è il terzo Ente d’Italia per numero di imprese aderenti (340 Mila).

Avviate altresì le procedure per la stesura del bilancio consuntivo e di assestamento che passeranno al vaglio del nuovo Consiglio Camerale entro giugno e che sbloccherà importanti risorse per la realizzazione di azioni di aiuto alle imprese.

Saranno pubblicati a brevissimo alcuni bandi per consentire alle imprese adeguamenti ormai indispensabili a sopravvivere a questa drammatica fase che ci accompagnerà fino ad autunno inoltrato” – ha affermato il Presidente Ciro Fiola – “la Giunta sarà ora chiamata con il completamento della rappresentanza industriale a lavorare alacremente per mettere in campo azioni concrete di sostegno”.