Recuperata  ancora di epoca ellenistico-romana. Operazione congiunta della  Soprintendenza del Mare in collaborazione con la Guardia di Finanza e BCsicilia

0
69


San Vito Lo Capo (Tp) – Nei fondali di San Vito Lo Capo, nel trapanese, la Soprintendenza del Mare, in collaborazione con la Guardia di Finanza e l’Associazione BCsicilia, ha effettuato un operazione di recupero di un’ancora di epoca ellenistico-romana che ha la particolarità di presentare una decorazione a rilievo di delfino su uno dei due bracci. L’animale è considerato tra i simboli marini legati ad Afrodite Euploia, uno dei più benauguranti per la navigazione.

Continua a leggere la notizia su Zed, il nostro quotidiano dedicato all’arte www.zedinfo.it