Nonostante divieti covid faceva la spola tra Belmonte e lo Sperone per acquistare droga. La Polizia di Stato lo arresta

0
15

Palermo – La Polizia di Stato ha tratto in arresto C.G., 45enne residente a Misilmeri, con precedenti di polizia, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’arresto è stato effettuato nell’ambito dei servizi di controllo del territorio finalizzati, tra l’altro, a garantire il rispetto delle misure disposte per frenare la diffusione del contagio da Covid 19.

In tale contesto, i poliziotti del Commissariato di P.S. “ Brancaccio” nel corso di un posto di controllo predisposto in Piazzetta Sperone, hanno notato a distanza il conducente di una vettura, Renault Scenic, proveniente da via Sperone che, alla loro vista, con una manovra improvvisa quanto repentina, ha sterzato, parcheggiandosi in un vialetto nei pressi di un residence. Gli agenti, insospettiti da tale atteggiamento, hanno subito raggiunto l’uomo a bordo della vettura ed hanno proceduto ad un controllo di polizia.

Durante dette fasi il conducente, identificato per C.G., è apparso oltre modo nervoso ed insofferente e quasi immediatamente ha ammesso di aver temuto un controllo di polizia poiché in possesso di stupefacente; nell’occorso, consegnava spontaneamente 6 involucri di sostanza stupefacente che aveva riposto accanto alla leva del cambio, non prevedendo di incappare in un posto di controllo della Polizia di Stato.

Accertamenti più approfonditi effettuati dai poliziotti hanno permesso di appurare come C.G. fosse giunto nel capoluogo siciliano da quello di Belmonte Mezzagno, (dov’è attualmente domiciliato), incurante delle attuali prescrizioni volte al contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 ed a bordo di una vettura priva del passaggio di proprietà e della copertura assicurativa.

La droga rinvenuta, testata con il narcotest e positiva alla cocaina, è stata posta sotto sequestro, mentre C.G., arrestato in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, in attesa del rito della direttissima è stato condotto presso le camere di sicurezza della Questura.