Lavoro e Diritti. Rassegna Sindacale e dei Diritti del Cittadino a cura dell’Avv. AurelioD’Amico

0
26

 

Piu’ Circolano le Idee e Piu’ siamo Liberi e Forti

Cud 2020 errati: l’Inps indennizzi i pensionati

I pensionati che hanno ricevuto la tardiva rettifica dell’Inps rischiano una sanzione: Confconsumatori ha chiesto chiarimenti e indennizzi

Parma – Tra il mese di novembre e dicembre un numero per ora imprecisato di pensionati ha ricevuto lettere dell’INPS contenenti certificazioni Cud dell’anno 2020 rettificate, ovvero che sostituivano le precedenti a suo tempo inviate. Dal momento che la rettifica è pervenuta oltre la scadenza del 10 dicembre, i pensionati interessati devono presentare una certificazione integrativa entro marzo, per la quale è prevista una sanzione. A tal proposito Confconsumatori ha scritto oggi una lettera all’Inps e al Mef per chiedere chiarimenti e l’adozione di opportune misure correttive al fine di evitare sanzioni e prevedere indennizzi per i soggetti danneggiati.

Le rettifiche – nelle lettere ricevute dai pensionati l’inps ha comunicato che “la rettifica si è resa necessaria per integrare, sostituire o correggere i dati della precedente certificazione unica, nella quale le somme certificate non corrispondevano a quelle effettivamente erogate o trattenute dall’inps nel 2019”. La nuova certificazione unica è pervenuta successivamente alla data del 10.12.2020 entro la quale la dichiarazione dei redditi deve obbligatoriamente essere inviata.

Rischio sanzione – a fronte di ciò, stante il riconosciuto ma non meglio specificato errore da parte dell’inps, i destinatari di tale missiva si vedono costretti, entro il mese di marzo 2021, a presentare una dichiarazione integrativa per la quale è prevista una sanzione di euro 25 qualora non provvedessero entro tale termine, potrebbero essere sanzionati dall’agenzia delle entrate per omessa presentazione della dichiarazione dei redditi.

La lettera a Inps e Mef – Per questi motivi, in data odierna, Confconsumatori ha invitato l’INPS a spiegare i motivi dell’errore massivo scusandosi con i pensionati; l’associazione ha altresì invitato il Ministero dell’Economia e l’Agenzia delle Entrate ad acconsentire alla riapertura dei termini per la presentazione delle denunce dei redditi senza alcuna sanzione. Parimenti Confconsumatori invita l’INPS a riconoscere un equo quanto automatico indennizzo di euro 50,00 da corrispondersi ai pensionati a titolo di risarcimento per il disagio connesso ai nuovi indispensabili accessi presso gli uffici di caf o di commercialisti (oltre tutto in un momento epidemico come quello attuale).

 

Riparte la Chessmate Academy di Bagheria, lezioni di scacchi per tutti

Nonostante le difficoltà incombenti in questo periodo, gli Scacchi non si arrendono, proprio per questo l’A.S.D. Chessmate Academy, rappresentata legalmente dalla presidentessa Manuela Pipitone, ha deciso di avviare le attività in modalità online.

Corso Avanzato ogni Mercoledì alle 21.00

 

Corso Base/Intermedio Giovedì alle 18.30

 

Corso Adulti Base/Intermedio Venerdì alle 21.00

 

Per informazioni al 3474531582 dopo le 14.00

Torneremo presto più carichi di prima

L’istruttore D’Amico Filippo

Confederazione Amministratori Immobiliari

Associazione  inclusa nella seconda sezione dell’elenco  presso il Ministero dello Sviluppo Economico come previsto dall’art.2, comma 7, legge 4/2013

Via  Murdolo  n. 4   90011  Bagheria  tel. 091 90 42 40  email: confcobagheria@tiscali.it

La Conf.A.I segnala i propri amministratori iscritti alla Associazione.

Rag. Aiello Pietro Antonio : Cell. 3293950596 

Rag. Antonino Di Quarto :  Cell.  3276236018

Sergio Cannizzaro :  Cell. 3492323923

Trapani  Girolamo Camillo: Cell.  3294252114

Rag.  Perrone  Giuseppe: Cell. 3406252197

 Loiacono  Andrea:  Cell. 3387707450

 Dott. Meli Maria Pia : Cell. 3393184521

Rag. Salerno  Maria  Grazia : Cell. 3345662059

Ducato  Domenico : Cell.3311646954

Rag.  Antieri  Chiara : Cell. 3668922887  Avvocato  Rosa  Mineo : Cell. 3383712893