Obbligo di misura cautelare per vessazioni a donna

0
24

 

Porto Empedocle (Pa) – La Polizia di Stato, in esecuzione di un’ordinanza  emessa dal Tribunale di Agrigento – Ufficio del G.I.P,  ha sottoposto un cinquantottenne agrigentino alla misura cautelare del divieto di avvicinamento a meno di 500 metri ai luoghi frequentati dalla persona offesa, nonché divieto di comunicazioni con la medesima sia in forma epistolare che a mezzo di strumenti quali sms, watshapp, facebook, telefono o altro. Lo stesso veniva altresì sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Porto Empedocle, in quanto indagato in ordine ai reati di atti persecutori, lesioni personali aggravate e danneggiamento aggravato. L’uomo nei mesi scorsi aveva intrapreso una relazione sentimentale con una giovane empedoclina, durante questo periodo aveva frequentemente vessato e umiliato la donna. Quando questa si era determinata ad interrompere la relazione, l’uomo aveva portato a termine un disegno criminoso con ripetuti atti di danneggiamento sull’autovettura di proprietà della donna , prima con il taglio  degli pneumatici e dopo con l’incendio del veicolo.