Celebrazione matrimoni, approvato nuovo regolamento comunale

0
47
Il Municipio

 

Il sindaco Giammusso: «Avviate le procedure per il ripristino del muro di contenimento di Sala delle Arti, che potrà così tornare a essere utilizzata. L’ufficio lavori pubblici ha affidato gli incarichi professionali per le indagini di stabilità strutturale e geologica e per la progettazione e la direzione lavori»

il sindaco Massimiliano Giammusso

Gravina Di Catania (CT) – Il sindaco Massimiliano Giammusso e l’assessore con delega allo Stato Civile Salvo Santonocito rendono noto che, durante la seduta del Consiglio Comunale tenutasi il 9 marzo scorso, è stato approvato il nuovo Regolamento Comunale per la celebrazione dei matrimoni. «L’obiettivo del nuovo regolamento è quello di incentivare, grazie alla riduzione delle tariffe, la celebrazione dei matrimoni nei luoghi e negli spazi pubblici del nostro Comune. La nostra amministrazione sta già lavorando alle procedure per il ripristino del muro di contenimento di Sala delle Arti, che potrà tornare così ad essere utilizzata. L’ufficio lavori pubblici – ha spiegato il sindaco Giammusso – ha già affidato gli incarichi professionali, sia per la progettazione e la direzione lavori che per le indagini di stabilità strutturale e geologica. Anche il Parco Borsellino, con l’area della Madonnina, potrà essere dedicato alle celebrazioni, con il vantaggio, essendo all’aperto, di poter garantire maggiori condizioni di sicurezza anti contagio. La misura vuole anche essere un segnale di attenzione nei confronti di tutte le attività economiche che ruotano attorno al mondo del “wedding” – ha spiegato ancora il primo cittadino – a Gravina ci sono tanti operatori che rappresentano un’eccellenza del settore. Tra le novità fortemente volute da quest’amministrazione – ha continuato il primo cittadino – c’è la rifunzionalizzazione e il rilancio del “vecchio municipio” di via Etnea, struttura che può ospitare anche eventi pubblici e culturali, fino a poco tempo fa sede di uffici comunali. In questo caso l’amministrazione ha deciso di restituire alla comunità un edificio di valore storico, che è stato già oggetto di interventi dell’amministrazione, come l’installazione della nuova illuminazione».

«Ringrazio il XII servizio e in particolare il responsabile dottor Luigi Scebba per il lavoro svolto – ha commentato l’assessore Santonocito – con questo nuovo regolamento poniamo le basi per favorire una ripresa delle celebrazioni nel nostro Comune. «Ancora un volta – ha concluso il sindaco – desidero ringraziare il Consiglio comunale presieduto da Claudio Nicolosi e la III Commissione presieduta dalla consigliera Teresa Campanile».