Assalto intollerabile alla sede della Cgil nazionale. Presidio democratico e antifascista dalle ore 9 alla Cgil Palermo in via Meli,5

Palermo – Un presidio democratico e antifascista a partire dalle ore 9 presso la sede della Cgil palermitana in via Meli, 5, in risposta al grave assalto contro la sede nazionale della Cgil di Roma sabato. La mobilitazione è stata decisa dal segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo per “condannare il gravissimo e intollerabile atto” e “respingere con la presenza di tanti questo attacco alla democrazia e a tutto il mondo del lavoro”.:
La sede delle lavoratrici e dei lavoratori è stata attaccata da esponenti di Forza Nuova e del movimento no vax, che hanno vandalizzato l’ingresso di Corso d’Italia. “A loro diciamo che abbiamo resistito allora, resisteremo ora e ancora. Ma a tutti ricordiamo che organizzazioni che si richiamano al fascismo vanno sciolte nel rispetto della Costituzione, nata dalla lotta di Liberazione”.

“L’assalto alla sede della Cgil nazionale è un atto di squadrismo fascista. Un attacco alla democrazia e a tutto il mondo del lavoro che intendiamo respingere. Nessuno pensi di far tornare il nostro Paese al ventennio fascista”. Lo afferma il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini.

“Questa mattina alle 10, davanti la sede della Cgil, – aggiunge il leader del sindacato di Corso d’Italia – è convocata d’urgenza l’assemblea generale della Confederazione per decidere tutte le iniziative necessarie”.