Caso Mare Jonio, Orlando: “Archiviazione ribadisce obbligatorietà e legittimità dei salvataggi in mare

Palermo – Dopo due anni di indagini, la procura di Agrigento ha chiesto l’archiviazione per l’armatore e il comandante della nave Mare Jonio in relazione al salvataggio di 30 migranti nel maggio del 2019. Secondo i magistrati trasportarli a Lampedusa era legittimo. Il sindaco Leoluca Orlando lo scorso anno aveva conferito la cittadinanza onoraria di Palermo all’equipaggio del rimorchiatore, battente bandiera italiana e del capoluogo siciliano. 

“Con questa archiviazione – dichiara il sindaco Leoluca Orlando – viene ribadita l’obbligatorietà e la legittimità dei salvataggi in mare e l’inaccettabilità delle condizioni di violenza e sostanziale detenzione in danno di migranti in Libia finanziata dagli Stati europei. L’Europa smetta di girarsi dall’altra parte e di essere complice di un genocidio. Si attivi subito il RECS (Rescue European Civil Service) facendo del salvataggio dei naufraghi un compito europeo di intesa con le Ong. Che devono essere riconosciute per il loro impegno a tutela del diritto alla vita. Troppe sono le migliaia di naufraghi uccisi dall’insensibilità e dall’indifferenza degli Stati e dalle distrazioni dell’Unione europea”.