L’Associazione Musicale Etnea presente al Womex per annunciare le date del Marranzano World Fest 2022

Catania – La Sicilia in trasferta guarda al futuro. Dopo l’edizione 2021 di Marranzano Word Fest, che ha coinvolto artisti da tutto il mondo e ha riportato agli spettacoli il pubblico dal vivo, l’Associazione Musicale Etnea, che ogni anno produce MWF, è già pronta ad annunciare le date dell’edizione 2022. E lo fa in un contesto molto speciale, quello che ruota attorno al Womex, Fiera Musicale Internazionale che fino al 31 ottobre sarà attiva nella città di Oporto, in Portogallo.

«Il Womex, punto di riferimento mondiale per il settore della musica world e folk, ci vede partecipare per presentare il Marranzano World Fest 2022 – dice il Presidente di AME Biagio Guerrera. Una vetrina adeguata per un festival unico nel suo genere in Sicilia, che in 12 edizioni ha saputo esplorare i tanti mondi della musica popolare di tradizione orale mettendo in relazione la nostra Sicilia con musicisti provenienti dagli estremi del pianeta, dalla Jakuzia al Medio Oriente, dall’Africa all’Australia».

«Un’occasione per incontrarsi e farsi conoscere in un ambito di grande qualità – afferma il Direttore Artistico di Marranzano World Fest, Luca Recupero -. Al Womex daremo risalto al Festival e al progetto Tremolo, realtà transnazionale finanziata dall’Unione Europea che, quest’anno, ha messo in circuito tre importanti realtà europee del settore: noi dalla Sicilia e i partner serbi e ungheresi, rispettivamente il Wemsical Serbia e il Európa Jövője Egyesület. Ed eccoci con le date, ultimo fine settimana di giugno e dal 1 al 3 luglio 2022».

Al Womex si va anche per presentare le produzioni e co-produzioni dell’Associazione Musicale Etnea e quindi i giovani e talentuosi di Jacàranda, Piccola Orchestra giovanile dell’Etna, Incostanza duo (Costanza Paternò in duo con Vincenzo Gangi), Casa Munnu e la nuova e originale co-produzione discografica che unisce il desert blues dei touareg Terakaft con l’Etna blues di Cesare Basile. Registrato a Catania, di prossima uscita sul mercato internazionale, il nuovo lavoro è frutto di un incontro nato sul palco del Marranzano World Fest 2019.

Un buon momento per fare il punto e svelare l’anima dell’Associazione, legata sì alla proposta concertistica annuale, ma che vede impegno e passione verso la produzione musicale di qualità legata al nostro territorio. Un passo importante, in termini di crescita, per gli Artisti rappresentati, un’occasione per cercare altri palcoscenici a livello europeo.

L’Associazione Musicale Etnea, dopo l’apertura della 46° Stagione concertistica che ha segnato un successo in termini di pubblico e qualità e che ha visto un talento unico come il violinista Andrey Baranov salire sul palco del Teatro Massimo Bellini di Catania con Epifanio Comis che ha magistralmente diretto l’Orchestra Sinfonica dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Vincenzo Bellini, va in trasferta in Portogallo al Womex sino al 31 ottobre.