Allagamenti e maltempo. Palmeri (Verdi) “Accelerare su interventi di deimpermeabilizzazione dei suoli e delle aree urbane”

Palermo – I comuni devono incentivare e dare prontamente attuazione alle norme regionali per la “deimpermeabilizzazione” dei suoli, soprattutto nelle aree urbane. Devono quindi favorire soluzioni che permettano l’assorbimento delle acque piovane riducendo il rischio di allagamenti ed esondazioni ed allo stesso tempo contribuendo alla “ricarica” delle falde acquifere.

È quanto chiede Valentina Palmeri, deputata regionale dei Verdi, con delle note inviate a tutti i sindaci siciliani, all’ANCI e agli Ordini professionali, nelle quali si ricorda che con la legge 23 adottata ad agosto di quest’anno dall’Assemblea Regionale, sono state semplificate, con alcuni emendamenti che proprio lei ha presentato, tutte le procedure e gli adempimenti formali necessari per questo tipo di interventi.

“Non si tratta certamente della soluzione definitiva – scrive Palmeri nella sua nota – ma di fronte a scenari di sempre maggiore cambiamento climatico per cui si alternano periodi di siccità e violente precipitazioni, ogni intervento di mitigazione del rischio va realizzato al più presto e può essere d’aiuto nell’insieme delle azioni da mettere in campo per tempo.”

Gli interventi di deimpermeabilizzazione – sottolinea la deputata dei Verdi – così come quelli per la raccolta delle acque meteoriche “si prestano ad essere realizzati anche nelle aree di sosta pubbliche o nelle piazze a limitata circolazione veicolare, contribuendo a ristabilire condizioni di vivibilità e sicurezza.”