Dichiarazione del sindaco Cassì sul dato che vede Ragusa in 84^ posizione nella classifica sulla qualità della vita

Ragusa – L’annuale classifica sulla qualità della vita nelle province italiane, stilata da Italia Oggi e Università la Sapienza, vede il territorio Ibleo in 84^ posizione, in miglioramento di 16 piazzamenti rispetto all’anno precedente.
“Un dato – dichiara il primo cittadino – basato sui valori rilevati nel 2020, che pone Ragusa come il territorio dove si vive meglio in Sicilia ma che non può e non deve per questo renderci soddisfatti. Occorre semmai guardare a questa classifica come al primo gradino di una necessaria risalita, che conferma le buone pratiche per lo più adottate dai Comuni iblei.
Tutte le macrovoci vedono infatti un progressivo miglioramento di Ragusa rispetto all’anno precedente, o almeno un loro mantenimento:
– Affari e lavoro: 78^ (+10)
– Ambiente: 74^ (+11)
– Sicurezza: 66^ (+12)
– Sicurezza sociale, ovvero disagio sociale e personale: 40^ (+58)
– istruzione e formazione: 85^ (+14)
– Popolazione: 4^ (=)
– Sistema salute: 36^ (+1)
– Tempo libero: 82^ (-)
– Reddito e ricchezza: 92^ (+5)
A loro volta queste macrovoci sono formate da indici più specifici ed è nel settore ambientale che si possono osservare statistiche dedicate esclusivamente ai Comuni capoluogo: la città di Ragusa è 37^ (+ 48) per raccolta differenziata; 25^ (+2) per fotovoltaico; 53^ (+ 43) per densità del verde pubblico e 55^ (=) per disponibilità di verde pubblico.
Passando alla mobilità, Ragusa è: 25^ per aree pedonali (+13) e 98^ per piste ciclabili (=); 7^ (=) per veicoli circolanti sulla superfice totale del territorio e 46^

(-1) sulla superficie urbanizzata; 104^ (+1) per offerta del trasporto pubblico.”