Presentata la prima vettura tranviaria ristrutturata

Messina – A Piazza Cairoli, il Sindaco Cateno De Luca e il Presidente di ATM SpA Giuseppe Campagna, hanno svelato una vettura tranviaria completamente rinnovata sia dal punto di vista meccanico che estetico, arricchita dalla nuova livrea dedicata alla città di Messina e dallo stemma civico. Al momento inaugurale hanno preso parte tra gli altri, i componenti il CdA e rappresentanti dell’Azienda Trasporti Messina; gli Assessori Salvatore Mondello, Francesco Gallo e Massimiliano Minutoli. “Questa vettura tranviaria, ammodernata in tutte le componenti, rappresenta motivo di orgoglio per ATM SpA che, grazie ad una gestione strategica e ad un lavoro sinergico e di squadra tra il management societario e gli Assessori competenti per delega, Mondello e Gallo, l’Azienda oggi è cresciuta proiettandosi al futuro e vogliosa di investire sul tessuto sociale di Messina, per diventare sostenibile dal punto di vista ambientale. A tal fine, il miglioramento del Tpl con la sostituzione della mobilità su gomma con quella su ferro, privilegiando soluzioni che utilizzano fonti di energia pulita, un parco mezzi rinnovato e un incremento delle risorse umane, sono i fattori che possono concorrere a rendere le nostra Città meno inquinata e più vivibile”, ha detto il Sindaco De Luca. Il revamping è consistito in una dettagliata attività di ricostruzione e di riqualificazione della parte elettrica, elettronica e meccanica unitamente ad interventi di rivisitazione e ammodernamento di tutti i dispositivi di sicurezza. “Siamo felicissimi, in occasione delle festività, di regalare alla città questo mezzo completamente rinnovato. Il nuovo tram – ha evidenziato il Presidente di Atm Campagna – non è soltanto piacente ma anche totalmente nuovo nella parte meccanica. Dopo anni di abbandono e di vetture cannibalizzate adesso finalmente inizieremo gradualmente a riavere un servizio tramviario degno di questo nome che porterà ad un altro livello il trasporto pubblico urbano soprattutto nel centro città. Questo è solo il primo di 15 tram che verranno completamente rinnovati nel corso dei prossimi mesi ed entro il 2023 si avrà una completa rivoluzione del sistema di trasporto su rotaia. I lavori sono stati finanziati grazie ai Fondi FSC «Cura del Ferro» per un totale di 6.790.000,00 euro. La rivoluzione si completerà – ha concluso Campagna – nel 2025 con i lavori previsti per il riammodernamento della rete per una migliore integrazione con il tessuto urbano ed un investimento complessivo di quasi 30 milioni di euro”.